menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nuovo ospedale di Monopoli-Fasano prende forma: un anno e mezzo al termine dei lavori

A dare aggiornamenti sul completamento della struttura è il consigliere regionale Amati. Terminate le attività di scavo e di getto dei magroni di fondazione, posa delle guaine pregetto e armatura delle fondazioni

La metà dei lavori è ormai alle spalle: se tutto prosegue regolarmente tra 555 giorni sarà completato l'ospedale di Monopoli-Fasano, i cui interventi hanno un costo complessivo di oltre 73 milioni di euro. A dare indicazioni sullo stato di avanzamento è Fabiamo Amati, consigliere regionale, che ricorda come, al momento, risultano completate le attività di scavo, di getto dei magroni di fondazione, di posa delle guaine pregetto e armatura delle fondazioni per quanto riguarda le strutture fondali basse (ovvero per le parti dell'edificio per cui è previsto un livello interrato).

Fondamenta posate a febbraio

A febbraio, in particolare, è stato completato il getto delle strutture fondali alte nei blocchi NH3, NH4, NH5, NH6 e NH7; il getto di pilastri nei blocchi NH4 e NH5; il getto di setti, muri controterra e setti scale nei blocchi NH2 e NH7; il getto del primo impalcato del blocco NH7 e banchinaggio del primo impalcato del blocco NH2. È stata avviata l’attività di realizzazione della recinzione definitiva di cantiere e si sta provvedendo alle dotazioni impiantistiche necessarie alla gestione automatizzata del controllo accessi”.

"Per quanto concerne le opere esterne – specifica ancora Amati –, i rilevati stradali risultano avanzati all’80% e sono terminati i lavori di allargamento della strada di accesso provvisorio al cantiere, che sarà presto consegnata. Sono state avviate le attività propedeutiche alla realizzazione dei muretti a secco, a partire dal fronte nord-est. Sul fronte impiantistico, i getti strutturali recepiscono le predisposizioni impiantistiche intese come forometrie che consentiranno il passaggio degli impianti; è in corso di realizzazione l’impianto LPS il cui avanzamento è contestuale all’esecuzione dei pilastri. Per la cabina di consegna ENEL, è stato effettuato lo scavo, realizzato il basamento e posato il prefabbricato. Inoltre, è stato realizzato il collegamento tra le cabine utente e ricezione".

"Il cronoprogramma generale e i tempi di esecuzione delle opere – conclude il consigliere – ci fanno ben sperare che molto presto la Puglia potrà avere una struttura adeguata per curare le malattie tempo-dipendenti o di alta complessità. Il mio ringraziamento doveroso a tutta la squadra di tecnici e operai".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento