menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta mandati di pagamento 'gonfiati', condannato a 5 anni e due mesi avvocato civilista

Il legale Gaetano Vignola, già curatore di numerose procedure fallimentari, è stato responsabile dei reati di peculato e falso dal Tribunale di Bari

Cinque anni e due mesi di reclusione: è la pena inflitta all’avvocato civilista barese Gaetano Vignola, già curatore di numerose procedure fallimentari, ritenuto responsabile dei reati di peculato e falso nell'ambito di un'inchiesta riguardante una presunta appropriazione di circa 6 milioni di euro 'gonfiando' i mandati di pagamento di otto procedure fallimentari.

L'inchiesta della Procura di Bari, condotta dal pm Marco D'Agostino, riguarda il periodo tra il 2007 e il 2010. I giudici hanno dichiarato la prescrizione per altri tre coimputati, accusati in concorso con Vignola di corruzione in atti giudiziari: si tratta dell’imprenditore Sergio Rossi, dell commercialista Lorenzo Ferrari e di Michele Di Lella, fiduciario e collaboratore dell’azienda di Rossi Questa seconda vicenda risale al 2008. Per gli inquirenti,  Vignola avrebbe ricevuto la somma di 260 mila euro per favorire l’imprenditore in una procedura fallimentare. Il pm aveva chiesto per l'avvocato civilista una condanna a 9 anni di reclusione e per gli altri il non doversi procedere per prescrizione. Il giudice ha deciso per una condanna a 5 anni e 2 mesi di reclusione per Vignola. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento