Palagiustizia insicuro, avvocati in piazza: "Le istituzioni trovino soluzioni"

La manifestazione annunciata per il prossimo 30 maggio dall'associazione 'Avvocati Ora': "E' giunto il momento di porre fine ad un'annosa questione"

In attesa di capire quali saranno i tempi e le modalità dell'eventuale sgombero del Palagiustizia di via Nazariatz, dopo la perizia che ne ha evidenziato le criticità strutturali, l'associazione 'Avvocati Ora' annuncia per il prossimo 30 maggio una manifestazione in piazza De Nicola "per affrontare l’annosa questione sul collocamento del palazzo di giustizia".

"Avvocati Ora - spiegano dall'associazione - denuncia le precarie condizioni del palazzo ubicato in via Nazariantz, e di tutte le altre sedi giudiziarie. Tuttavia adesso è giunto il momento di porre fine a tale situazione. L’Ass.ne Avvocati Ora prende atto della difficoltà nella risoluzione immediata della questione. Pertanto, si uniforma alla soluzione temporanea di far confluire la sede penale in uno dei luoghi indicati dal Procuratore della Repubblica, Dr. Giuseppe Volpe, auspicando che essa abbia durata non superiore ad un anno. Qualunque luogo sarà scelto, si chiede sin da questo momento una linea diretta di collegamento a mezzo di trasporto pubblico. In ogni caso, l’Ass.ne Avvocati Ora è contraria allo smembramento della Giustizia ed indica l’aria delle “casermette” in via Alberotanza quale luogo per l’esercizio delle funzione giurisdizionale".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento