Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Abusi edilizi a Lama Balice, la Procura chiede il sequestro dei palazzi

I complessi residenziali, costruiti in un'area adiacente al Parco naturalistico, sono stati dissequestrati nel settembre 2011. Nel 2007 l'inizio della vicenda giudiziaria con il primo sequestro

La Procura di Bari torna a chiedere il sequestro dei complessi residenziali di Lama Balice. I pm hanno infatti impugnato davanti al Tribunale del Riesame il provvedimento di dissequestro disposto dal gip a settembre 2011, quando il giudice aveva accolto la richiesta dei difensori dei costruttori, Francesco e Pasquale Rafaschieri, rappresentanti delle due società costruttrici 'Sigma Sud' e 'Immobiliare Edrinvest srl'. Il provvedimento aveva ottenuto anche il parere favorevole della Procura, condizionato, però, al pagamento di una cauzione e a una serie di prescrizioni paesaggistiche e ambientali. Ma il giudice dispose il dissequestro senza cauzione e per questo la Procura ha nuovamente impugnato il provvedimento.

LA VICENDA - Il complesso comprende 150 appartamenti, sottoposti per la prima volta a sequestro preventivo il 19 febbraio 2007, nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Bari per danneggiamenti, abusi edilizi e paesaggistici, nella quale si ipotizzano violazioni del piano urbanistico territoriale, delle norme che tutelano la macchia mediterranea e l'eccessiva vicinanza degli edifici alla strada. Nell'aprile 2009, il gip dispose il dissequestro dei complessi in costruzione: il provvedimento, pur confermando l'impianto accusatorio della Procura, faceva prevalere la considerazione che il danno ormai era fatto e che la situazione di degrado ambientale era "irreversibile". Da qui l'appello della Procura e la decisione del Riesame, il 14 giugno 2010, di porre nuovamente i sigilli ai palazzi, dissequestrati ancora una volta, da un altro giudice, nel settembre 2011. Per quei presunti abusi edilizi, nei confronti degli imprenditori Rafaschieri è attualmente in corso l'udienza preliminare per i rinvii a giudizio dinanzi al gup del Tribunale di Bari Antonio Diella. L'udienza davanti al Tribunale del Riesame per discutere l'appello della Procura che torna a chiedere il sequestro dei palazzi è stata aggiornata al 14 gennaio.

LA RELAZIONE DEL COMUNE - Il Comune, parte civile nel procedimento, ha nel frattempo presentato una relazione riguardante l'iter amministrativo di approvazione della variante al piano regolatore da parte del Consiglio comunale di Bari e poi dalla Giunta regionale, per dimostrare che non sussistono le condizioni di un nuovo sequestro.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi edilizi a Lama Balice, la Procura chiede il sequestro dei palazzi

BariToday è in caricamento