Cronaca

Palese, nuova protesta-lampo dei migranti del Cara

I migranti del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo sono tornati a manifestare in mattinata occupando i binari della linea ferroviaria Bari-Foggia in prossimità del centro di accoglienza, per sollecitare le procedure di riconoscimento dello status di rifugiati

Nuova manifestazione di protesta in tarda mattinata nel Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Palese, dove i migranti sono tornati ad occupare i binari della linea ferroviaria Bari-Foggia ubicati in prossimità del centro per la terza volta nel giro di un mese. Al centro della protesta dei circa 100 extracomunitari la volontà di sollecitare le procedure burocratiche di riconoscimento dello status di rifiugiati presentate dagli ospiti del Cara. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia ferroviaria, della Questura, carabinieri e Guardia di finanza, che hanno cercato di rassicurare i manifestanti circa l'accelerazione delle pratiche burocratiche, convincendoli ad abbandonare dei binari.

La circolazione dei treni è ripresa regolarmente intorno alle 13.40. Secondo quanto comunicato da Trenitalia, il blocco dei binari, durato all'incirca due ore, ha comportato la cancellazione di 23 treni regionali e ritardi intorno agli 80 minuti per sei treni a lunga percorrenza.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palese, nuova protesta-lampo dei migranti del Cara

BariToday è in caricamento