menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I palloncini bianchi lanciati al termine della celebrazione

I palloncini bianchi lanciati al termine della celebrazione

Palese, folla e commozione per l'ultimo saluto a Beppe Sciannimanico

Chiesa gremita per i funerali del giovane agente immobiliare ucciso lunedì scorso a Japigia. Le parole del parroco durante l'omelia: "Gli assassini si convertano"

La chiesa è gremita, così come il piazzale davanti alla parrocchia 'Stella Maris' di Palese. Una folla silenziosa e commossa, venuta a dare l'ultimo saluto a Beppe. A stringersi intorno ai familiari del giovane agente immobiliare, vittima dell'agguato avvenuto lunedì scorso a Japigia, ci sono tantissimi amici, colleghi di lavoro, residenti del suo quartiere. Tanta gente che conosceva Beppe, quel ragazzo sempre sorridente e gentile, e che ancora stenta a credere a quello che è accaduto. Un delitto assurdo e inspiegabile, quello di Giuseppe Sciannimanico, per il quale gli investigatori non riescono ancora ad individuare Beppe-2un movente, una traccia che possa far luce sulla morte di un ragazzo dalla vita tranquilla, che presto avrebbe voluto sposarsi e aprire una propria agenzia immobiliare.

"Un martire", lo definisce più volte il parroco, don Antonio Eboli, un giovane "pieno di luce e di generosità per tutti". "La morte è frutto del buio che è nell'uomo", ma "l'amore e la vita sono più forti della violenza e della morte" , dice il sacerdote, che durante l'omelia lancia un appello agli assassini di Beppe e ai loro mandanti, invitandoli alla conversione. "Bisogna tornare a vivere tutti con responsabilità, legalità - ha aggiunto il sacerdote - solo così il sangue di Beppe non sarà stato sparso invano".

Poi, dopo l'omelia, il messaggio degli amici: "Si faceva voler bene da tutti, e non è un luogo comune", ricorda una di loro con la voce rotta dall'emozione.  "Questa ingiustizia non può restare impunita. Crediamo nella giustizia divina e, per una volta, vogliamo credere anche in quella dello Stato". Ad accompagnare l'uscita dalla chiesa del feretro, avvolto in una sciarpa biancorossa, un volo di palloncini bianchi, e il lungo applauso di una folla commossa.

LE INDAGINI: NELL'AGENDA GLI APPUNTAMENTI CON IL KILLER

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento