Cronaca Palese - Macchie / Via Nazionale

A Palese polemiche per il nuovo spartitraffico di via Nazionale: "Avrà vita breve", "necessario per la sicurezza"

L'opera è stata richiesta dal Comune per autorizzare l'apertura di una stazione di servizio

er opportuna conoscenza tengo a comunicarvi l’esito del sopralluogo che ho effettuato stamattina con i tecnici del comune ed il titolare della società della stazione di servizio.

Polemiche a Palese per un nuovo spartitraffico installato su via Nazionale davanti a una nuova stazione di servizio. L'opera fa parte di una delle prescrizioni previste per ottenere l'agibilità a carico della società che gestirà l'area rifornimenti ed è stata realizzata proprio da quest'ultima.

L'obiettivo, secondo le richieste del Comune, era quello di evitare che automobilisti possano immettersi in maniera caotica o irregolare sulla strada, con il rischio di generare incidenti. La questione ha suscitato polemiche sia da parte di alcuni residenti, i quali ritengono l'opera inutile e fastidiosa per il traffico, ma anche da parte di alcune forze politiche: "Ho rappresentato le mie perplessità -dice il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Michele Picaro - poiché il Comune ha obbligato la società a realizzare lo spartitraffico per “evitare” che su una strada pubblica gli automobilisti non infrangano il codice della strada. Una richiesta che reputo capotica e che sicuramente non è stata richiesta per precedenti autorizzazioni nella città di Bari. Ad ogni modo, le ristrette corsie rendono poco agevole le manovre di entrata e uscita dalla stazione, così come il transito su via Nazionale. A riprova di questo, le fotografie di stamattina dopo che solo ieri sera hanno nuovamente ripristinato lo spartitraffico, testimoniano che per difficoltà o inciviltà, lo stesso avrà vita breve".

"In definitiva - sostiene Picaro - la soluzione per alleviare il disagio (perché l’amministrazione non intende rimuovere lo spartitraffico altrimenti dovrebbe ammettere di aver previsto un’opera inutile e pericolosa) sarà quella di invitare il titolare della società ad arretrare il tratto di marciapiede che costeggia la stazione di servizio. Questo non risolverà il problema ed a breve parte dello spartitraffico comunque sarà spazzato via. La soluzione che ho prospettato, tra l’altro già proposta dalla società, sarebbe la realizzazione di una/due rotatorie per regolamentare e disciplinare il traffico veicolare. Nei prossimi giorni, a sue spese la società di distribuzione carburanti presenterà una proposta per realizzarle a sue spese, a cui cercherò di accompagnare la fattiva realizzazione".

In precedenza era intervenuto il centrosinistra in Municipio V, con il consigliere Nico Chieppa: "Nel pomeriggio di ieri con il coordinamento del Presidente Vincenzo Brandi abbiamo incontrato i dirigenti della viabilità del Comune di Bari, l'Amtab e l'Ingegnere dell'impresa privata che ha costruito il distributore di Via Napoli a Palese. Lo spartitraffico tanto discusso si precisa che non è stato messo dal Comune di Bari, né tanto meno con i soldi pubblici come qualcuno sostiene. La messa in opera dello stesso è  fonte di una prescrizione che la ditta privata esecutrice aveva per gli svincoli su detta strada. La ditta esecutrice - afferma Chieppa - provvederà a rimettere in sicurezza lo spartitraffico e apporra delle modifiche di restringimento del marciapiede, in modo da favorire la svolta in sicurezza dei mezzi lunghi e pesanti. Sottolineo che durante la nostra sosta in quella zona, abbiamo assistito a tantissime manovre che gli automobilisti effettuano violando il codice della strada, con estrema indifferenza e straffottenza. Spesso ci manca il senso civico e il rispetto delle regole e tutto ci sembra dovuto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palese polemiche per il nuovo spartitraffico di via Nazionale: "Avrà vita breve", "necessario per la sicurezza"

BariToday è in caricamento