menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rapine e aggressioni alle fermate di treni e bus", i cittadini di Palese chiedono più sicurezza con una petizione

Sarebbero tre gli episodi avvenuti a gennaio, due a danno di altrettante donne nella stazione palesina all'alba. Picaro: "C'è bisogno di maggiore presenza delle Forze dell'Ordine"

Tre aggressioni nei giorni scorsi, due a danno di altrettante donne che aspettavano il treno nella stazione di Palese: tre episodi denunciati da alcuni cittadini del quartiere che chiedono più sicurezza e presìdi delle forze dell'ordine nei luoghi d'attesa di mezzi pubblici e convogli. L'associazione Agorà ha avviato una petizione per sensibilizzare sul tema prefetto, sindaco e questore: "Le fermate - spiega Michele Picaro, consigliere comunale di Forza Italia - diventano terra di nessuno, soprattutto al mattino e nelle ore serali. Gli episodi di cui abbiamo avuto contezza si sono verificati all'alba: un malvivente avrebbe prima strattonato le vittime e poi rapinate. Non si può più andare avanti così, c'è bisogno di maggiori risorse per le Forze dell'Ordine e la Polizia Locale".

Le zone più 'a rischio'

Tra le zone più a rischio vi sarebbero Catino e l'area di via Nazionale a Palese. Quest'ultima, in particolare, è una strada ad alta percorrenza con poco transito di pedoni. Nella petizione oltre ai rinforzi, vengono richieste anche convenzioni con Amtab e Fs per potenziare illuminazione e installare dispositivi sos da utilizzare in caso di pericolo. I due gazebi saranno allestiti nelle piazze di Palese e Santo Spirito per le prossime due domeniche. Assieme alle proposte, l'associazione Agorà ha predisposto anche un questionario da sottoporre ai cittadini per raccogliere istanze e segnalazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento