menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Procura di Bari riapre il caso di Palmina Martinelli: avviata indagine per omicidio

La 14enne di Fasano fu trovata in casa avvolta dalle fiamme, nel 1981. Con una sentenza di assoluzione passata in giudicato per i due uomini allora accusati del delitto, la magistratura vuole cercare eventuali corresponsabili

Dopo 36 anni, la Procura di Bari riapre il caso di Palmina Martinelli, la 14enne di Fasano morta nel 1981. Palmina fu trovata avvolta dalle fiamme nella sua abitazione, e morì al Policlinico di Bari dopo un'agonia durata 22 giorni. Le indagini ripartono con l'ipotesi di reato di omicidio volontario aggravato a carico di ignoti.

I due imputati all'epoca individuati come presunti responsabili dall'allora pm Nicola Magrone - che aveva raccolto la testimonianza di Palmina prima della sua morte - sono stati assolti con sentenza passata in giudicato, e non potranno perciò essere nuovamente processati. Il fascicolo, aperto dopo la pronuncia della Cassazione di un anno fa che attribuiva a Bari la competenza a indagare sul caso, dopo l'archiviazione di Brindisi, è affidato ai pm Simona Filoni e Bruna Manganelli, che puntano ad individuare eventuali corresponsabili nel delitto.

Le sentenze finora emesse hanno stabilito che Palmina si sarebbe suicidata per sfuggire ad un giro di prostituzione. Ma stando a quanto emerso da successivi approfondimenti, chiesti dalla sorella della vittima e il cui contenuto è stato rilevato anche dagli inquirenti brindisini, la 14enne fu invece uccisa.

Le indagini della Procura di Bari mireranno a scandagliare il contesto, anche familiare, che portò alla morte della ragazzina, che sarebbe stato segnato, secondo gli atti, da condizioni di "degrado e illegalità". Nelle prossime settimane gli inquirenti potrebbero convocare in Procura numerose persone ritenute informate sui fatti, tra cui familiari e conoscenti della vittima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento