menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palpeggia donne in strada, bloccato dalla Polizia locale: giovane arrestato per violenza sessuale

E' accaduto mercoledì sera nella zona tra via Capruzzi e largo Ciaia: dopo l'allarme lanciato dalla prima vittima, gli agenti hanno intercettato il 25enne, sorprendendolo mentre ripeteva le violenze ai danni di altre due donne

Ha avvicinato una donna nella zona di via Capruzzi, palpeggiandola al seno e alle parti intime, poi si è allontanato, ripetendo le stesse violenze ai danni di altre vittime. L'uomo, però, è stato sorpreso e bloccato dagli uomini della Polizia locale. E' accaduto mercoledì sera, intorno alle 20,30, nella zona tra via Capruzzi e largo Ciaia. 

A far scattare l'intervento degli agenti sono state proprio le urla della prima vittima, che ha chiesto aiuto a una pattuglia, riferendo quanto aveva subito.  Gli agenti hanno quindi lanciato l'allerta via radio alle pattuglie di zona, iniziando la perlustrazione del quartiere. Così, pochi minuti dopo, il soggetto è stato intercettato nei pressi di Largo Ciaia da un'altra pattuglia della Polizia locale impegnata in un servizio di controllo in abiti civili, mentre ripeteva le stesse violenze nei confronti di altre due donne che urlavano per attirare l'attenzione dei passanti. Gli agenti sono quindi intervenuti, intimando l'alt all'uomo che ha tentato di dileguarsi ma è stato poi raggiunto nella vicina via De Bellis, dove ha cercato di sottrarsi al fermo di polizia cercando di scavalcare una recinzione residenziale e opponendo resistenza.

I quattro agenti di Polizia locale sono tuttavia riusciti a bloccare l'uomo che è stato fermato e condotto al Comando di Japigia insieme a due delle quattro donne risultate poi vittime della violenza avvenuta poco prima. L'uomo, cittadino senegalese di 25 anni, munito di regolare permesso di soggiorno, è risultato gravato da numerosi precedenti penali, alcuni anche della stessa fattispecie. Arrestato con l'accusa di violenza sessuale, nella notte è stata condotto in carcere a disposizione dell'Autorità giudiziaria. 

Le donne vittime del reato, dopo l'assistenza anche morale immediatamente fornita presso il Comando della Polizia Locale,  hanno sporto regolare denuncia identificando l'autore, comunque già sorpreso in flagranza del reato dagli stessi operatori di Polizia locale intervenuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento