Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Panchine con spalliere, aiuole e alberi: gli incroci di via Sparano saranno 'verdi'

Approvati gli interventi di miglioria delle intersezioni: le aree 'relax' saranno realizzate a partire dall' autunno. Galasso: "Aspettiamo gli ultimi passaggi burocratici"

Panchine dove sedersi comodamente, aiuole, alberi per godere di un po' di fresco e rendere più verde la via dello shopping: in apparenza i lavori di riqualificazione di via Sparano stanno restituendo ai baresi una strada da tanti definita fredda e grigia. Un isolato completato (quello tra piazza Moro e via Crisanzio) e due quasi ultimati (tra corso Cavour e via Principe Amedeo), tre 'salotti' su sei ormai realizzati tra cubi, mappe della città sulla pavimentazione e sedute eleganti e moderne definite da alcuni (sindaco compreso, scherzosamente) simili a bare o podi.

via sparano-26

Il progetto finale, però, avrà, come previsto, un'impronta green: sono state approvate e validate le sistemazioni degli incroci, in cui saranno realizzate delle aree 'relax' con sedute 'incastonate' in aiuole dotate di fiori e alberi. Il cantiere, per ora si sta soffermando rul restyling completo della strada ma, nei prossimi mesi, non appena saranno espletati tutti i passaggi burocratici, si procederà anche con le intersezioni.

Le postazioni 'verdi' di via Sparano: panchine, aiuole e alberi

"Le modifiche - spiega l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - sono state proposte dall'azienda dopo aver accolto alcune proposte di cittadini e associazioni. Avevamo preso un impegno per cercare di aumentare la dotazione verde della strada". In corrispondenza dei quasi tutti gli incroci saranno quindi allestite delle 'postazioni verdi' dotate di panchine in legno con spalliera e avranno piante che potranno riparare dal sole: "In questa maniera - aggiunge Galasso - resterà inalterato il principio dei sei salotti preservando l'effetto cannocchiale". Saranno quindi allargati i marciapiedi (con il taglio di alcuni posti auto) interessando una fascia di 7-8 metri in cui verranno piantati alberi nell'asfalto e realizzate le aree dove sostare in sicurezza.

I lavori potrebbero cominciare in autunno

Lo schema panchine-aiuole-alberi sarà realizzato in quasi tutte le intersezioni tranne in corrispondenza della chiesa di San Ferdinando e di piazza Umberto dove mancheranno solo le piantumazioni per rispettare il prospetto storico e architettonico delle due aree. Su via Piccinni, invece, la sistemazione non sarà realizzata sul lato della corsia bus. La costruzione delle 'postazioni' dovrebbe cominciare in autunno. "Stiamo chiudendo la perizia - chiarisce Galasso - e in pochi giorni la manderemo al Ministero per l'approvazione definitiva, quindi dovrà passare in Giunta , successivamente, la ditta che sta eseguendo i lavori (la De Marco, ndr) potrà eseguire gli interventi". Nel frattempo, il cantiere va avanti: entro fine mese saranno liberati dalle recinzioni i due 'blocchi' del tratto tra corso Vittorio Emanuele e via Principe Amedeo, quindi si procederà con la sistemazione del grande isolato davanti alla chiesa di San Ferdinando.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panchine con spalliere, aiuole e alberi: gli incroci di via Sparano saranno 'verdi'

BariToday è in caricamento