rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Lungomare Armando Perotti

Viveva sulla spiaggia di Pane e Pomodoro, demolita la 'casa' di Pino

Questa mattina l'intervento della polizia municipale che ha smantellato il casotto abusivo in cui l'uomo viveva da tempo. Il Comune: "Struttura abusiva, offerte di aiuto sempre rifiutate. I servizi sociali pronti a prendere in carico il caso"

I vigili urbani e i responsabili comunali del servizio edilizia pericolante sono intervenuti questa mattina, smantellando il casotto abusivo installato ormai da tempo sulla spiaggia di Pane e Pomodoro, occupato dal 2013 da un cinquantenne barese, Pino.

Pino ha più volte raccontato la sua storia, pubblicando in passato anche un videoappello sul blog di Beppe Grillo. Alle spalle diversi lavori, dal recupero crediti alle investigazioni private, poi le difficoltà economiche, un periodo trascorso in una struttura pubblica di accoglienza, e infine le notti nel ricovero di fortuna a Pane e Pomodoro. Sulle pareti della sua baracca, Pino aveva scritto un messaggio di denuncia rivolto alle istituzioni, chiedendo "diritto alla casa, al lavoro e reddito di cittadinanza per tutti".

Il Comune, tuttavia, fa sapere di aver più volte cercato di aiutare l'uomo, ma che gli interventi sarebbero stati sempre rifiutati. "Già da tempo giacevano un provvedimento di sgombero e un ordine di demolizione del manufatto che, per di più, risultava collegato alla corrente elettrica mediante cavo pericolante", è detto in una nota di Palazzo di Città che dà notizia dello sgombero. "Prima dell’esecuzione di questa mattina, sia il servizio PIS - Pronto Intervento Sociale, sia i servizi sociali del Comune di Bari avevano più volte contattato l’occupante della struttura abusiva che aveva però rifiutato ripetutamente qualsiasi proposta di sostegno e ricovero in una delle strutture pubbliche comunali, anche di tipo socio-sanitario, come pure eventuali sussidi di tipo economico non presentandosi agli appuntamenti fissati dagli uffici comunali. Negli ultimi giorni l’occupante abusivo si era, peraltro, allontanato dal presidio, lasciando il casotto ad un’altra persona che, contattata dalla Polizia municipale, aveva ugualmente rifiutato l’intervento del welfare comunale. Ad oggi - conclude la nota - i servizi sociali del Comune di Bari restano disponibili a prendere in carico il caso".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viveva sulla spiaggia di Pane e Pomodoro, demolita la 'casa' di Pino

BariToday è in caricamento