menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paola Manchisi in una foto da ragazzina, mostrata dalla trasmissione Chi l'ha visto che si era occupata del caso

Paola Manchisi in una foto da ragazzina, mostrata dalla trasmissione Chi l'ha visto che si era occupata del caso

Morta di stenti in casa a Polignano, indagati genitori e fratello: "Paola fu abbandonata"

Paola Manchisi, 32 anni, morì nel gennaio 2018: il reato ipotizzato per i familiari è di abbandono di persona incapace aggravato dalla morte. La ragazza era arrivata a pesare 38 chili

Abbandono di persona incapace aggravato dalla morte: è questo il reato ipotizzato a carico dei genitori e del fratello di Paola Manchisi, la 32enne deceduta il 6 gennaio del 2018 a Polignano. La Procura ha in questi giorni chiuso le indagini sulla vicenda.

Secondo il pm Bruna Manganelli i familiari della ragazza, avrebbero violato i doveri derivanti dal loro essere "garanti" della ragazza, abbandonando "la giovane Paola, incapace di provvedere a se stessa" in quanto afflitta da una serie di patologie aggravate dalla malnutrizione. Secondo l'accusa i tre indagati avrebbero omesso qualsiasi condotta tesa a garantirle cura e assistenza, "rifiutando in più occasioni tanto l’assistenza medica che quella psichiatrica in favore della medesima". Gli stessi inoltre avrebbero lasciato che la ragazza vivesse in condizioni igieniche pessime e senza alimentarsi, tanto da arrivare 38 chili. "Condotte omissive" che, secondo l'accusa, hanno poi causato la morte della 32enne.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento