Papa Francesco a Bari, il saluto dell'arcivescovo Francesco Cacucci: "La nostra è la città dell'incontro"

"Le ossa di San Nicola, giunte da Myra a Bari, solcando il Mediterraneo, hanno innalzato un ponte che né il tempo né le divisioni hanno mai demolito. «Felice è davvero la città di Bari», ci fa cantare un’antica tradizione"

L'arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, ha salutato l'arrivo di Papa Francesco a Bari, giunto in città per la Celebrazione Eucaristica a chiusura dell'incontro 'Mediterraneo, terra di pace'.

PAPA FRANCESCO A BARI - La cronaca della giornata

"È benvenuto - dice monsignor Cacucci - , ancora una volta, Santo Padre, qui a Bari, «città dell’incontro, dell’accoglienza», come Lei stesso l’ha definita il 7 luglio 2018, pellegrino di pace per il Medio Oriente. L’invocazione unanime di quel giorno, Sua e dei fratelli guide delle Chiese Cristiane - «su di te sia pace» - risuona ancora oggi e da qui si espande in tutto il Mediterraneo. Nella luce del Cristo «nostra pace» (Ef. 2,14), e nel giorno del Risorto, siete i benvenuti voi, pastori delle Chiese e delle
città che si affacciano lungo le rive di questo grande «lago di grazia e di preghiera», che abbraccia Oriente e Occidente. «Come sono belli i piedi dei messaggeri che annunciano la pace»! (Is 52,7).

"Benvenuti Signor Presidente della Repubblica e Illustri Autorità. E benvenuti voi tutti, fratelli e sorelle, nella città di San Nicola, confermata in questi giorni «cantiere di pace». Le ossa di San Nicola, giunte da Myra a Bari, solcando il Mediterraneo, hanno innalzato un ponte che né il tempo né le divisioni hanno mai demolito. «Felice è davvero la città di Bari», ci fa cantare un’antica tradizione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Felici noi tutti, a nostra volta pellegrini di pace, coperti dal manto tenero e misericordioso della nostra patrona, la Vergine Maria Odegitria, Colei che mostra la via. La sua icona, traslata dall’Oriente a Bari, raffigura la colomba della pace, che il Bambino Gesù regge, appoggiato al braccio della Madre, e che oggi consegna a tutti noi, perché, come due anni fa sul sagrato della Basilica di San Nicola, allargando lo sguardo sul Mediterraneo, la facciamo idealmente librare in cielo col nostro ardente desiderio di pace" ha concluso l'arcivescovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • I nomi del nuovo Consiglio regionale: la ripartizione dei seggi, ecco chi siederà in via Gentile

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento