menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Bari finestra dell'ecumenismo", ultimi preparativi per l'incontro tra Papa Francesco e i Patriarchi

Sabato prossimo il capoluogo pugliese ospiterà la storica visita del Pontefice e dei rappresentanti delle chiese ortodosse ed orientali: centro cittadino blindato, in basilica e sul Lungomare i due momenti salienti della mattinata

Bari finestra dell'ecumenismo proiettata verso il Medio oriente, terra martoriata dalle guerre, dove l'esigenza di pace e fratellanza è un bisogno quotidiano. Sabato prossimo la città di San Nicola sarà capitale mondiale del dialogo tra i cristiani con la storica visita di Papa Francesco e altri 17 patriarchi delle Chiese ortodosse ed orientali, alla quale prenderanno parte anche rappresentanti delle confessioni luterane ed evangeliche. In città sono attesi almeno 50mila fedeli da tutta la Puglia e il Sud, con una macchina organizzativa imponente e precisa in ogni dettaglio, frutto del coordinamento tra Istituzioni e Forze dell'Ordine.

Papa Francesco a Bari: divieti e strade chiuse

Due i luoghi strategici della mattinata barese per il Papa: dopo l'arrivo alle 8.15 sul piazzale Cristoforo Colombo e il saluto delle autorità, Francesco si sposterà nella Basilica di San Nicola dove, dopo aver accolto i Patriarchi, scenderà con loro nella cripta e accenderà la lampada uniflamma. I capi religiosi, quindi, attraverso un pullman scoperto, raggiungeranno la rotonda di largo Giannella dove è in corso di allestimento il palco sul quale si svolgerà il momento di preghiera- Successivamente, Papa Francesco ei Patriarchi ritorneranno in basilica dove vi sarà una sessione di dialogo a porte chiuse e, all'esterno la preghiera dei gruppi di fedeli. Al termine dell'incontro, il Pontefice e gli altri leader religiosi usciranno sul sagrato della Basilica e, da parte di Francesco, sarà letto un messaggio conclusivo. Quindi, un gruppo di bambini (uno per ogni sacro rappresentante presente all'incontro), farà volare delle colombe in segno di pace. 

Sicurezza e controlli: varchi d'accesso, pass e metal detector

Fedeli e pubblico potranno partecipare alla giornata entrando nella zona autorizzata con i pass distribuiti nei giorni scorsi dalle parrocchie oppure ottenendolo agli ingressi, fino alla chiusura degli accesso, prevista per le 7.30. All'interno della grande are vi sarà una decina di maxischermi che consentirà di seguire tutti i momenti dello storico incontro: "E' un evento - spiega monsignor Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto  - che ha un respiro universale. Non era mai accaduto che così tante Chiese patriarcali e orientali avessero aderito a un appello del Papa. Nell'ultimo secolo c'è stata una drastica riduzione dei cristiani nel Medio Oriente. Potranno continuare a restare nella regione solo se la pace sarà ristabilita. Non é possibile immaginare un Medio Oriente senza cristiani perché sono un elemento essenziale di equilibrio dell'area". Per padre Giovanni Distante, Rettore della Basilica di San Nicola, la scelta di Bari "è provvidenziale. Qui risuona la voce del Vescovo di Myra Nicola, la cui testimonianza rievoca il primo millennio, in cui la Chiesa crebbe grazie al sangue dei martiri e al patrimonio di santità che hanno caratterizzato le prime generazioni cristiane".

Maxischermi sul Lungomare per il papa: le postazioni

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha invece sottolineato i preparativi messi a punto dalla Città per organizzare questo appuntamento al meglio: "C'è stato un intenso lavoro da parte dell'Arcidiocesi, del Comune, delle Istituzioni e delle Forze dell'Ordine. La nostra terra si distingue come luogo del dialogo. Il Santo Padre ha scelto Bari come auspicio per la pace e lo fa attorno alla figura di San Nicola. La nostra è una città dell'ecumenismo religioso dove si confrontano diverse fedi e culture. La religione è uno strumento di dialogo e rispetto per una convivenza pacifica", in un mondo, come ha poi rilevato l'assessore regionale all'Industria Culturale e Turistica, Loredana Capone, "dove si parla di muri, fili spinati e barriere che si contrappongono alla liquidità della società".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento