rotate-mobile
Cronaca Carrassi / Via della Resistenza, 154

'Parchi aperti' in città tra giochi e laboratori: "Già 500 partecipanti in una settimana"

L'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico: "Quest'estate abbiamo deciso di organizzare tante manifestazioni per consentire al più ampio numero di persone possibile, dai piccoli ai più grandi, di stare in compagnia"

Circa 500 persone hanno preso parte, nella prima settimana, alle attività di 'Parchi aperti', ricco programma di eventi gratuiti e laboratori promossi dall'assessorato comunale al Welfare nei giardini di Bari. Gli appuntamenti si svolgeranno fino al 13 settemre e sono aperti a tutti, adulti e bambini: l'organizzazione è a cura della cooperativa sociale Progetto Città, nel parco 2 Giugno, nelle aree esterne del Centro polifunzionale Futura. Nel cartellone, ogni mercoledì e venerdì, dalle 18 alle 19, le attività di lettura nell'ambito di Biblioteca Aperta', ovvero laboratori di costruzione di libri con materiali naturali, raccontastorie e le attività di cucina bio rivolte ai piccoli dai 5 anni su. In Ludoteca, invece, spazio ai giochi da tavolo, di strategia e movimento. Tra le altre attività anche il 'Mercatino del baratto', laboratori/atelier artistici per i bambini da 2 a 5 anni, 'Book-crossin' e 'Asso, Jolly e Pinella', spazio dedicato alla passione per le carte e ai tornei, in programma il giovedì pomeriggio.

“Siamo molto soddisfatti della partecipazione e del gradimento riscosso dalle iniziative promosse dal Welfare nell’ambito del programma Parchi Aperti - ha commentato l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. Quest’estate abbiamo deciso di organizzare tante manifestazioni per consentire al più ampio numero di persone possibile, dai piccoli ai più grandi, di stare in compagnia, di poter beneficiare di momenti di svago e incontro e soprattutto di non restare soli in un periodo dell’anno molto particolare attraverso attività quotidiane presso i parchi della città ma anche tramite eventi cittadini che finora hanno coinvolto un gran numero di adolescenti e adulti, spesso restii ad avvicinarsi alle istituzioni. Solo in questo modo potremo lavorare quotidianamente alla costruzione e al potenziamento di quei legami sociali e di vicinato che permettono di creare una comunità aperta e solidale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Parchi aperti' in città tra giochi e laboratori: "Già 500 partecipanti in una settimana"

BariToday è in caricamento