Decaro irrompe al parco e manda a casa la gente: "È un'emergenza non una vacanza"

E' accaduto stamattina a parco 2 Giugno. Il gesto del primo cittadino è un monito ai cittadini per far rispettare i divieti di assembramento del governo e far fronte all'emergenza legata al coronavirus. 

 

"E' un'emergenza, non è una vacanza": il sindaco di Bari, Antonio Decaro, entra nel parco 2 Giugno e manda via chi in quel momento si trovava nell'area verde, stesa sull'erba del prato centrale, con la bici o sui campi sportvi. Il gesto del primo cittadino è un monito ai cittadini per far rispettare i divieti di assembramento del governo e far fronte all'emergenza legata al coronavirus, non ancora pienamente rispettata nel capoluogo pugliese.

Chi in quel momento si è trovato nel momento del 'blitz' del sindaco ha lasciato il parco senza problemi. Quindi, Decaro ha chiuso i cancelli: "Quando finirà tutto faremo una grande festa dello sport - spiegava ai giovani e agli anziani che lasciavano l'area verde - ma adesso tornate a casa. Non è un film"

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento