menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I locali in stato di abbandono, circa un anno fa

I locali in stato di abbandono, circa un anno fa

Gestione locali bar del Parco Due Giugno, il M5S: "Gara irregolare? Chiediamo chiarezza"

La commissione comunale Trasparenza ha inviato una nota alla Ripartizione Patrimonio. Mangano: "L'azienda aggiudicataria non avrebbe presentato una fidejussione, risultando esclusa a marzo"

Appena due settimane fa il Comune aveva annunciato l'assegnazione provvisoria della gestione dei locali-bar nel Parco 2 Giugno: il M5S e altri consiglieri comunali hanno però chiesto chiarimenti agli uffici della Ripartizione cittadina Patrimonio per stabilire si siano presunti errori amministrativi nella procedura. Il caso è stato sollevato dal consigliere pentastellato Sabino Mangano: "L'azienda vincitrice, nel primo verbale di marzo risultava esclusa dalla gara poiché mancava una fidejussione. Al momento dell'apertura delle buste la stessa impresa avrebbe chiesto di integrare il versamento agli atti ma la commissione aggiudicatrice avrebbe negato questa possibilità poiché era un requisito fondamentale anche rispetto alle altre candidature. Ciò nonostante il bando è stato aggiudicato provvisoriamente". L'aggiudicazione è stata accettata per 'soccorso istruttorio'. Comunque valuteremo entro giovedì per capire se si può rioferibile a questa tipologia. Vogliamo andare fino in fondo". 

La maggioranza dei consiglieri della commissione comunale Trasparenza ha quindi inviato una nota alla ripartizione di riferimento proprio per ricostruire l'iter. Gli uffici hanno risposto con velocità ribadendo che l'azienda vincitrice è stata riammessa seguendo il principio del 'soccorso istruttorio', pratica che in alcune circostanze consente di sanare requisiti non espletati entro la scadenza del bando: "Aspettiamo giovedì - dice Mangano - per poi fare le nostre valutazioni". Il rischio è che venga messo in discussione il recupero di una struttura abbandonata da più di un anno all'interno del parco pubblico più frequentato della città: "Vogliamo la massima chiarezza" ha rimarcato Mangano. Il bando sulla gestione dell'edificio è andata di pari passo con altre strutture analoghe, un vero e proprio 'pacchetto' comprendente anche le palazzine all'interno del giardinetto nelle vicinanze di via Caccuri a Poggiofranco e del parco 'Mimmo Bucci' nel quartiere Libertà, la prima assegnata con gara e la seconda affidata ai Salesiani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento