Cronaca Carrassi / Via Donato Gargasole

Vandali irrompono nel giardino Gargasole, rubate le canne della capanna: "Evitati danni peggiori"

Ignoti si sono introdotti nell'area portando via alcuni sostegni della 'tenda' utilizzata dai bimbi: i cittadini del posto hanno allertato subito i Carabinieri, impedendo ulteriori distruzioni

I ladri hanno fatto 'visita' al giardino di via Gargasole. E' l'amara scoperta fatta questa mattina da chi sta animando il parco in queste settimane, tra attività di autocostruzione e laboratori ai quali hanno parte associazioni, e tanti cittadini. Qualcuno, dopo la due giorni di un week-end all'insegna della creatività collettiva, ha pensato di rubare una decina di canne che costuivano una capanna utilizzata dai bambini per giocare: "Il loro valore economico è pressoché nullo - affermano i frequentatori del parco -  e forse anche per questo il loro furto fa ancora più arrabbiare". Inoltre, avrebbero tentato anche di distruggere i murales dipinti nell’ambito degli appuntamenti di arte urbana. 

Cittadina allerta i Carabinieri

Nella bruttezza di una vicenda da far cadere le braccia c'è però un lato positivo: "Grazie alla segnalazione di una cittadina - spiegano ancora - che ha assistito al fatto e prontamente allertato i carabinieri, si è potuto evitare che i vandali compiessero danni maggiori. Inutile dire che continueremo a costruire capanne, relazioni, socialità: la miglior risposta che possiamo dare a chi disprezza il bene comune".

"Questa è la dimostrazione che non c’è miglior sorveglianza di quella assicurata dai cittadini che in questi mesi hanno visto uno spazio verde sottratto al degrado e finalmente aperto alla partecipazione e alla creatività di tutti - commenta l’assessora all’Urbanistica Carla Tedesco -. Oggi il parco Gargasole è riconosciuto come un bene comune e come tale viene percepito e apprezzato non solo da quanti partecipano attivamente alla sua trasformazione ma soprattutto dai residenti, che sempre più numerosi lo frequentano. Non sarà la stupidità di pochi ragazzi annoiati a fermare un percorso che continua a crescere forte della passione di tanti cittadini, grandi e piccoli, ma fa rabbia pensare che un’esperienza così bella debba essere rovinata da chi crede di poter colmare il vuoto che lo abita vandalizzando un’area pubblica che sta prendendo forma grazie alla partecipazione".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali irrompono nel giardino Gargasole, rubate le canne della capanna: "Evitati danni peggiori"

BariToday è in caricamento