menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giochi, natura e condivisione: parco Gargasole gremito per il pic-nic senza plastica di primavera

Una giornata speciale nell'area restituita ai cittadini grazie a un percorso partecipato avviato dal Comune e messo a punto da numerose associazioni

Divertimento all'aria aperta, giochi, socialità e rispetto della natura: al parco Gargasole, in un sabato mattina tipicamente primaverile, è bandita la plastica. In tanti hanno affollato l'area verde ricavata dall'ex Caserma Rossani, riqualificata grazie all'impegno di numerose associazioni, nella giornata dedicata a uno speciale pin-nic per sensibilizzare grandi e piccini alle tematiche di salvaguardia dell'ambiente, coinvolgendo i cittadini ad utilizzare uno spazio che, nei mesi scorsi, ha visto numerose attività di allestimento partecipato. L'unica regola del pic-nic era quella di non portare stoviglie di plastica per le vivande: sì, invece, a piatti, bottiglie e bicchieri riutilizzabili, anche biodegradabili. 

Petruzzelli: "Sensibilizzare i più piccoli al rispetto dell'ambiente"

Nelle varie zone del parco numerose associazioni hanno allestito momenti di condivisione, dalla preparazione del pane chapati con i ragazzi della Casa delle Culture, al 'pollice verde' dedicato ai più piccoli a cura di Ortocircuito-Masseria dei Monelli, fino alla simpatica 'lotteria' di Retake, il movimento di cittadini impegnato nella lotta contro il degrado, senza dimenticare anche la ciclofficina di Ciclospazio, le iniziative di Lezzanzare e i banchetti di Legambiente Eudaimonia e Greenpeace Bari.: "Questo - spiega l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -  è uno spazio che i cittadini si sono conquistati giorno dopo giorno, con il protagonismo delle associazioni che hanno organizzato questo picnic. Il filo rosso di tutta la giornata è la sensibilizzazione dei bambini. Ancor prima di differenziare è importante produrre meno rifiuti".

Tedesco: "Percorso di partecipazione porta risultati"

Una scia seguita con entusiasmo dai cittadini, molti dei quali del quartiere che hanno approfittato per trascorrere una mattinata all'aria aperta: "Il risultato - prosegue l'assessore cittadino all'Urbanistica, Carla Tedesco - di mesi di attività, cominciate nel mese di novembre, avviando un percorso partecipato di condivisione del giardino, è molto positivo. L'approccio sperimentale che abbiamo seguito sta portando i frutti giusti". Dimenticato, dunque, anche l'atto vandalico di qualche settimana fa, quando ignoti hanno portato via alcuni giunchi da una capanna realizzata all'interno del parco. La bella stagione, iniziata da poco, riserverà altri appuntamenti come questo. L'auspicio delle associazioni è quello di far vivere quanto più possibile quest'area verde, in attesa anche di vedere completato il grande parco della Rossani: "Oggi - dice Manlio Epifania di Ortocircuito - sembra quasi di essere a Oslo o Berlino. Bari merita uno spazio come questo. L'amministrazione deve continuare a credere nel progetto perché può funzionare, come dimostrato con questo appuntamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento