Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Parco Alta Murgia, pecore senza cibo per la neve: elicotteri in azione

In corso le operazioni per portare il foraggio a circa 400 ovini all'interno dell'area protetta. La zona, per giorni, era irraggiungibile a causa delle condizioni meteorologiche

Le nevicate dei giorni scorsi hanno imbiancato il Barese e la Murgia

Sono cominciate da qualche ora le operazioni di salvataggio di oltre 400 pecore in località Iazzo del Finocchio e Iazzo del Purgatorio,nel territorio di Gravina, all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia che rischiano di morire per l'esaurimento di scorte alimentari a causa delle abbondanti nevicate nella zona, nei giorni scorsi. La richiesta di intervento è giunta alla Cfs da parte della Regione Puglia, Servizio di Protezione Civile. 

L’intervento dell’elicottero è indispensabile al fine di fornire il foraggio ai capi di bestiame che ormai versano in situazioni gravissime per l'esaurimento di foraggio. Le nevicate dei giorni scorsi hanno reso impraticabili le strade di collegamento con le località interessate. L’equipaggio dell’elicottero, proveniente da Pescara, ha raggiunto prima questa area, in Località Muntursi, in agro di Gioia del Colle (Bari), dove si è approvvigionato di foraggio e successivamente, con l’ausilio di particolari reti, trasporterà il fieno per circa 35 km, sino a giungere in località Iazzo del Finocchio e località Purgatorio.

   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Alta Murgia, pecore senza cibo per la neve: elicotteri in azione

BariToday è in caricamento