Cronaca Libertà / Via Don Bosco

"Nel chiosco un presidio di pubblica sicurezza", la proposta per il parco 'Mimmo Bucci'

All'indomani della chiusura del punto ristoro, il movimento 'Riprendiamoci il futuro' rilancia l'idea già avanzata con una petizione popolare nel 2013: adibire la struttura a postazione di pubblica sicurezza per prevenire atti vandalici ed episodi criminali

Trasformare il chiosco presente all'interno del parco 'Mimmo Bucci' in un presidio di pubblica sicurezza. 

La proposta arriva dopo la chiusura del punto ristoro presente all'interno del parchetto del Libertà. Il "chioschetto della legalità" - così era stato ribattezzato - inaugurato a maggio scorso, ha infatti chiuso i battenti a fine settembre, dopo il ritiro del gestore cui era affidato il servizio, insieme ai Salesiani del Redentore.

A rilanciare l'idea del presidio di sicurezza è il movimento 'Riprendiamoci il futuro', che attraverso i suoi rappresentanti, Luigi e Michele Cipriani, aveva già avanzato la proposta nel 2013, sostenuta da una petizione popolare. Una richiesta fatta per "evitare che il giardino potesse diventare il parco di nessuno" ma rimasta - attaccano gli esponenti del movimento - "senza alcun riscontro" da parte del Comune.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nel chiosco un presidio di pubblica sicurezza", la proposta per il parco 'Mimmo Bucci'

BariToday è in caricamento