menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Japigia e i parchi 'fantasma': fermo anche il cantiere in via Siponto

Dopo i ritardi per la Pineta di San Luca, lavori apparentemente fermi da mesi per la costruzione del giardino nelle vicinanze di una scuola dell'Infanzia. L'area viene utilizzata per gettare rifiuti

Erbacce e rifiuti al posto di un parco, atteso da troppo tempo dai residenti: dopo i ritardi per il completamento della pineta di San Luca, anche un'altra area destinata a verde giace nell'incuria di un cantiere in apparenza fermo da mesi. Il giardino adiacente alla scuola dell'Infanzia 'M. Speranza', infatti, è ancora un miraggio.

I lavori, avviati a fine 2012, sembrano decisamente in alto mare e, dopo la segnalazione di numerosi cittadini della zona, non avrebbero registrato alcun progresso oramai da troppi mesi. L'area è accessibile a chiunque, poiché recintata solo in parte, con conseguenze facilmente immaginabili: "Molti - spiega un abitante del quartiere - la adoperano per gettare i rifiuti o come spazio per i cani. Abbiamo cercato di contattare più volte il Comune, ma fino ad ora non abbiamo ricevuto nessuna risposta". 

A testimoniare la presenza di lavori, recinti metallici, qualche cartello e una montagnetta di materiale per le opere. L'unico 'risultato' visibile del cantiere è un piccolo edificio, ancora in stato rustico, destinato ad ospitare i servizi del futuro giardino: tutt'attorno giacciono lastre di vetro e immondizia. I lavori, denunciano i residenti, hanno anche avuto l'effetto di bloccare l'accesso delle auto che da via Siponto deviavano, attraverso una stradina sterrata, per via dei Caduti Partigiani, causando qualche disagio alla viabilità della zona.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento