Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Lungomare Armando Perotti

Park and Ride, il parcheggio al buio. Gli utenti: "Situazione vergognosa"

Le aree di sosta in viale Della Resistenza e nei pressi della spiaggia di Pane e Pomodoro sono senza luce. Segnalati furti nelle macchine e tra i clienti inizia a serpeggiare la paura: "Non possiamo aver timore di andare a ritirare le nostre auto"

Più che un'area parcheggio sembra una spianata realizzata per vedere le stelle. Nessuna illusione, però. Non c’è nessuna atmosfera siderale da ricreare in viale della Resistenza, dove da mesi tiene banco il buio che affligge l’area parcheggio del Park and Ride, lì dove parte la navetta C. Le segnalazioni di furti o tentati tali  aumentano di giorno in giorno.

"Non ci crederete – afferma Rino L. – ma un mese fa mi hanno aperto il bagagliaio per rubarmi la spesa che avevo fatto prima di parcheggiare la macchina e recarmi in centro per una visita medica". Ma è la scarsa illuminazione a disorientare gli utenti. "Non si vede nulla, rischiamo d’inciampare per andare a ritirare la nostra auto, sempre che la si rintracci – spiega Luisa G, 59 anni -. Non le nascondo che ho paura che dietro qualche cespuglio possa esserci anche qualche malintenzionato e, parlando con la mia famiglia, abbiamo deciso che se le cose non cambieranno mi dovrò regolare diversamente per raggiungere il centro di Bari, dove lavoro come impiegata".

Chiunque beneficia del servizio sa bene che il gestore Amtab non garantisce la custodia del mezzo. "Si tratta di area di sosta – spiegano -. Non ci sono uomini della vigilanza, anche se siamo attenti che nessun malvivente entri nel parcheggio".

Stessa identica situazione di buio nello spiazzo antistante la spiaggia di ‘Pane e Pomodoro’, dove quanti devono raggiungere piazza Massari utilizzano la navetta B. La luce che arriva nell’area parcheggio altro non è che il riverbero dell’illuminazione presente lungo il litorale  e su corso Trieste. Ma basta parlare con  alcuni fedelissimi del servizio per capire che non sono certo mancati furti. "Lasciai la macchina per 24 ore, il giorno dopo trovai il vetro rotto – racconta Vito Giulietti  -. Il servizio funziona ma il Comune dovrebbe metterci la vigilanza nelle aree di sosta". "Per fortuna presto passeremo all’ora legale e quindi alle 19 ci sarà più luce, ma è una vergogna lasciarci al buio", sottolinea Daniela V., 63 anni.

La richiesta di illuminazione non è certo una novità. Il pallino della responsabilità rimbalza da anni e finora nulla è cambiato. Il tempo della pazienza si è però esaurito. La campagna elettorale farà giungere qualche soluzione? 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Park and Ride, il parcheggio al buio. Gli utenti: "Situazione vergognosa"

BariToday è in caricamento