Box degli alloggi popolari a Mungivacca, dopo 14 anni parte l'assegnazione. M5S: "Ora rendeteli sicuri"

Le strutture erano state realizzate nel 2004 e poi abbandonate nel degrado. Le consigliere Laricchia e Simone: "Attendiamo di sapere se l'Arca ha ricevuto i progetti di riqualificazione"

"Finalmente è stata avviata la procedura per l’assegnazione di box interrati degli alloggi popolari di Mungivacca" a dare la buona notizia dopo un'attesa lunga 14 anni sono Antonella Laricchia e Alessandra Simone, rispettivamente consigliera regionale e municipale del Movimento 5 Stelle. Si sblocca così una situazione denunciata dai pentastellati già a dicembre scorso, e di recente le foto pubblicate sui social avevano mostrato lo stato di degrado delle strutture.

Mungivacca2-2

Le strutture erano state infatte realizzate nel 2004, ma i residenti non ne avevano mai potuto fare utilizzo, visto che prima d'ora non erano state attivate le graduatorie. Ora però è necessario rimetterle a nuovo: "Per questo attendiamo di sapere - ricordano - se l’Arca Puglia abbia ricevuto il progetto di riqualificazione, che avrebbe dovuto essere consegnato all’Agenzia lo scorso 30 ottobre e di conoscere il nuovo cronoprogramma dei lavori".

Lo scorso marzo il sopralluogo dei tecnici dell’Arca aveva permesso di capire le condizioni non solo dei 40 box, ma anche dell’autorimessa degli impianti antincendio, di raccolta delle acque, degli ascensori, e di illuminazione, disponendo un intervento che prevedeva la realizzazione di un progetto esecutivo relativo ai lavori di riqualificazione dei locali.

Mungivacca1-2

“Grazie alle nostre segnalazioni - continuano le pentastellate - i box sono stati messi in sicurezza e ripuliti da immondizia e carcasse. Dobbiamo elogiare quello che tutti i giorni fanno i residenti per il decoro e la cura della zona, ma i cittadini non devono essere lasciati soli dall’amministrazione comunale. Servono nuove panchine al posto di quelle rotte; una maggiore illuminazione e la messa in sicurezza dei cavi ad oggi scoperti e un impianto d’irrigazione funzionante per la cura del verde. Anche il cantiere dell’edificio ERP abbandonato dall’ARCA incombe sul quartiere, essendo ormai diventato una discarica a cielo aperto e un ricettacolo di topi e insetti che infestano tutta la zona soprattutto in estate. Un’immagine di degrado intollerabile, per questo chiediamo all’Agenzia di ripulire e recintare al più presto tutta l’area del cantiere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento