Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Escrementi sulle uova usate per fare pasta e taralli, maxi sequestro nel sud barese

Il blitz del Corpo forestale dello Stato in un'azienda produttrice di pasta e taralli. Le uova, provenienti dal Canada e non dalla Murgia come indicato sui prodotti, erano sporche di escrementi di gallina e tenute in condizioni non idonee alla conservazione

Le uova sequestrate dagli uomini del Corpo forestale dello Stato

Maxi sequestro di uova, pasta e taralli in un'azienda del sud azienda barese da parte degli uomini del Corpo forestale dello Stato. Il provvedimento è scattato nell'ambito di una serie di controlli per la DSCN0807 (640x480)-2sicurezza e tutela dei prodotti agroalimentari. Sulle confezioni, infatti, erano riportate le indicazioni "Qualità & Tipicità 100% Made in Puglia", "Apulia Italy" e "Con ingredienti a km a zero" e "semola di grano duro prodotta nella Murgia Barese Altamurana", ma le indagini hanno accertato che i prodotti erano realizzati con ingredienti provenienti da paesi esteri.

In particolare le uova sequestrate - più di diecimila - arrivavano dal Canada e non dalla Murgia barese, come invece riportato sui prodotti. Le uova, inoltre, erano sporche di escrementi di gallina,  con gusci completamente rotti, e quindi non idonee alla produzione di alimenti. In più, erano tenute a temperatura ambiente, in condizioni non idonee alla conservazione.

I reati contestati sono frode in commercio, detenzione per il commercio di sostanze destinate all’alimentazione non contraffatte né adulterate, ma pericolose per la salute pubblica e impiego nella preparazione di alimenti, di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione. Denunciato il rappresentante legale dell’azienda, un uomo di 55 anni, con precedenti penali della stessa materia.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escrementi sulle uova usate per fare pasta e taralli, maxi sequestro nel sud barese

BariToday è in caricamento