menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza sicurezza in città, il centrodestra striglia Decaro: "Maggiori controlli e sanzioni"

Questa mattina è stato presentato un patto dai consiglieri Carrieri, Finocchio, Melchiorre, Ranieri, Romito, Sisto e Picaro. Chiesto anche un patto per istituire 'tirocini per stranieri"

Maggiori controlli, sanzioni più pesanti (compresi i Daspo nei luoghi più colpiti da condotte illecite) e interventi nei campi rom. Sono questi i principi del 'piano sicurezza' proposto dai consiglieri di centrodestra - Carrieri, Finocchio, Melchiorre, Ranieri, Romito, Sisto e Picaro - in seguito "ai gravi reati commessi, anche in danno di cittadini baresi, - scrivono nella nota - da parte di soggetti extracomunitari, a vario titolo presenti sul territorio comunale". 

Sono proprio i migranti i soggetti a cui si rivolge il patto - presentato questa mattina a Palazzo di città - che vorrebbero fosse stipulato con il Prefetto di Bari per definire interventi di sicurezza a tutela dell’arredo urbano, delle aree verdi, dei parchi nonché iniziative di dissuasione di condotte illecite quali lo smercio di merce falsa e l’occupazione abusiva di immobili pubblici. La richiesta dei consiglieri è anche quella di emanare apposite ordinanze per contrastare la prostituzione stradale, l’accattonaggio molesto, i parcheggiatori abusivi, oltre alla predisposizione di apposite modifiche al regolamento di polizia urbana, per individuare i luoghi  - ad esempio scuole, piazze e parchi - dove è possibile emettere provvedimenti di allontanamento (daspo) per gli autori di condotte illecite. Tra le aree maggiormente colpite da questi fenomeni illeciti ci sono zone particolarmente affollate come piazza Moro, piazza Umberto, piazza Cesare Battisti, piazza Libertà e parco 2 Giugno

Gli interventi sulla sicurezza dovrebbe poi passare attraverso "apposite iniziative per lo sgombero di ogni e qualsiasi campo rom abusivo - si legge nella nota -,  esistente sul territorio comunale". I consiglieri hanno poi posto l'attenzione sulla situazione della polizia municipale, che vorrebbero fosse equiparata - progressivamente - alle altre forze di polizia, attraverso "nuove assunzioni, corsi di formazione in tema, stipula polizze assicurative antinfortuni, incrementi di spesa al bilancio previsionale 2017/2019" si legge nella nota. Tutti interventi che l'opposizione vorrebbe fossero affrontati in un consiglio comunale monotematico sul tema.

LA RISPOSTA DELLA MAGGIORANZA - In mattinata è arrivata anche una nota a firma dei consiglieri di maggioranza, che stigmatizzano le accuse lanciate questa mattina. "La strumentalizzazione del tema - scrivono -, sempre a ridosso di un episodio violento o di un reato, pone spontanea la domanda: ma dove sono questi consiglieri quando si progettano e si realizzano strategie e tecnologie per la sicurezza a supporto dell’attività delle forze dell’ordine? O quando, ancor più importante, quando l’Amministrazione Comunale è in prima linea a contrastare gli episodi di inciviltà e di trasgressione delle regole e a denunciare ogni forma di reato?". 

La soluzione auspicata sarebbe quindi la creazione di un consiglio monotematico sul tema sicurezza, "così la nostra amministrazione - concludono - avrà modo di informare i nostri colleghi su quanto fatto fino ad oggi e quanto è in cantiere per il prossimo futuro e soprattutto ricordare loro che solo con le azioni coordinate in atto a supporto dei più deboli, la comunità tutta può sentirsi più garantita e più pronta a collaborare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento