Cronaca

"Più diritti e flessibilità per i lavoratori", Adp punta sul welfare aziendale

Al Karol Wojtyla l'incontro per illustrare gli esiti di "Aeroporto sui generis", il 'patto sociale di genere' nato con l'obiettivo di avviare un modello di contrattazione decentrata per garantire più flessibilità a lavoratrici e lavoratori dello scalo

Garantire un'organizzazione del lavoro flessibile, che permetta ai dipendenti - e alle donne in particolare - di conciliare gli impegni familiari con l'attività lavorativa. E' questo l'obiettivo perseguito da Aeroporti di Puglia attraverso il 'patto sociale di genere' “Aeroporto sui generis", i cui risultati sono stati presentati oggi. Un progetto che ha visto il coinvolgimento di diverse aziende, operanti nella cittadella aeroportuale, ma anche di sindacati e associazioni (tra i soggetti aderenti, La Cascina Global Service srl, Ivri , Filt Cgil Bari, Fit Trasporti Cisl Puglia, Uil Trasporti Puglia, Ugl, Dalila Associazione femminile e di promozione sociale, Ricerca e Sviluppo società cooperativa).

"La crescita di un moderno sistema aeroportuale non può prescindere dallo sviluppo delle pari opportunità e dal miglioramento dei livelli di benessere organizzativo delle risorse umane", ha spiegato l'amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno.

Presenti all'incontro anche il presidente della Regione, Nichi Vendola, e l'assessore al Welfare, Elena Gentile.

“La domanda che vale anche in tempi di crisi - ha esordito Vendola - è chi è il padrone del tempo. Il tempo per esempio di una donna, che è anche madre, che è lavoratrice e che deve farsi un quattro per poter portare sulle proprie spalle il carico del lavoro di cura ma anche quell’integrazione del reddito necessaria per far andare avanti una famiglia. Noi qui in Aeroporto di Bari, con tutte le aziende e le ditte che lavorano nei vari servizi, abbiamo siglato un patto che consente di organizzare il lavoro a partire dai bisogni delle lavoratrici e del lavoratore”. “La contrattazione articolata - ha proseguito - talvolta vede un cedimento dei diritti. In questo caso la contrattazione articolata, rispetto al contratto nazionale di lavoro, aggiunge diritti e occasioni per ripensare il lavoro.

"E' dal 2007 - ha aggiunto l'assessore Gentile - che sperimentiamo sui territori e con le aziende un modello innovativo di contrattazione decentrata che non mette al centro solo il ritorno economico ma il ritorno in qualità della vita e benessere delle lavoratrici". "E' stata una esperienza importante che nel futuro genererà nuovi modelli. Oggi, mentre stiamo dando un accelerazione sul tema del welfare aziendale, andiamo oltre i patti di genere e sociali, con modelli di tutela e garanzia dei diritti e delle opportunità che in Puglia avranno modo d'incardinarsi nel tessuto economico".

"Ancora una volta - ha concluso Acierno - Aeroporti di Puglia si conferma una società la cui visione strategica si propone come buona pratica anche per le modalità di approccio, risoluzione e gestione di tematiche di forte impatto quali quelle della sostenibilità ambientale e delle politiche di conciliazione famiglia-lavoro del proprio personale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Più diritti e flessibilità per i lavoratori", Adp punta sul welfare aziendale

BariToday è in caricamento