menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Luci, alberi e giochi per i bambini: 1,2 milioni di euro per riqualificare piazza Redentore

Incontro in Comune con i Salesiani per fare il punto della situazione: previsti il rifacimento della pavimentazione, l'implementazione di nuove piante e la realizzazione di un migliore impianto d'illuminazione

Un incontro per definire gli ultimi dettagli del progetto di riqualificazione di piazza Redentore, anche insieme alla comunità che vivrà quotidianamente lo spazio. Questa mattina l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha raccolto le segnalazioni dell'ispettore salesiano del meridione Don Angelo Santorsola e del direttore dell’Opera di Bari don Francesco Preite, spiegando anche i dettagli, insieme ai progettisti, di come cambierà volto l'area.

Il progetto

In particolare l'intervento, uno dei progetti più importanti inseriti nel Patto con i Municipi e finanziato con 1,2 milioni di euro, prevede una pedonalizzazione della piazza e la sistemazione dello spazio pubblico. L'idea dell'amministrazione è creare un disegno che possa "dialogare con gli edifici di pregio architettonico presenti, quali la ex Manifattura dei Tabacchi e la scuola Don Bosco, oltre che lo spazio antistante il sagrato della chiesa che dà il nome alla piazza". Durante i lavori verrà rimossa la recinzione che separa la chiesa dallo spazio pedonale. Verrà aumentato anche il verde, attraverso la piantumazione di un numero maggiore di alberi. Verrà anche potenziata l'illuminazione pubblica, così da garantire una maggiore sicurezza per i passanti, obiettivo già parzialmente raggiunto con l'installazione di sette telecamere a infrarossi per la videosorveglianza. 

Eliminazione barriere architettoniche

Il progetto prevede anche l’installazione di una vasta area giochi per bambini che ospiterà attrezzature che ne permetteranno l'accesso anche ai piccoli con disabilità. "L’intera piazza Redentore sarà a zero barriere - assicura l'assessore Galasso -, tutta con pavimentazione complanare, inclusa l’area antistante il sagrato della chiesa per la quale il Comune sta formalmente richiedendo ai salesiani la disponibilità a renderla di pubblica fruizione attraverso l’eliminazione di un tratto della recinzione". L’intera pavimentazione della nuova piazza sarà raccordata con i marciapiedi delle strade limitrofe, attraverso idonee rampe predisposte secondo le recenti linee guida elaborate per il P.E.B.A, il progetto per l'eliminazione delle barriere architettoniche

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento