rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Murat / Piazza Aldo Moro

Malati gravi e disabili in viaggio verso Lourdes per un messaggio di pace: flash mob in stazione a Bari

Lunghe bandiere arcobaleno per la prima delle tappe del pellegrinaggio 'Live for Peace', organizzato da Unitalsi contro la guerra in Ucraina. In 621 raggiungeranno il comune francese anche con un aereo

Bandiere arcobaleno con la scritta 'pace' hanno accolto i visitatori questa mattina nella Stazione di Bari, tappa del viaggio verso Lourdes organizzato da Unitalsi. Ad accogliere ammalati, disabili, volontari e famiglie per il pellegrinaggio dal tema 'Live for Peace', è stato il sindaco di Bari, Antonio Decaro: si tratta del primo evento dopo la pausa pandemica.

Partito da Taranto, il convoglio vuole promuovere e sensibilizzare tutta la comunità a compiere gesti concreti per aiutare il popolo dell’Ucraina in collaborazione con Trenitalia, e prevede manifestazioni anche a Pescara, Ancona e Rimini, con flash mob a tema. Dalla Puglia sono partiranno in 621 soci Unitalsi anche con un aereo, guidati dall’Arcivescovo di Trani Barletta Bisceglie Mons. Lonardo D’Ascenzo, dall’assistente regionale Mons. Felice Di Molfetta e dal Presidente Regionale Unitalsi, Vincenzo Nigro. Il viaggio e gli eventi che si terranno nelle stazioni ferroviarie avranno come colonna sonora ‘Peace and Love’ il nuovo singolo di Francesco Gabbani.

“Sarà un pellegrinaggio della pace, perché non vogliamo e non dobbiamo abituarci alla guerra in Ucraina, vogliamo che questa iniziativa non si riduca ad un semplice slogan, e vogliamo sensibilizzare le persone che incontreremo lungo il nostro viaggio, da Sud a Nord del Paese, a compiere gesti concreti per aiutare il popolo dell’Ucraina - ha sottolineato Vicenzo Nigro, Presidente della Sezione Unitalsi Pugliese. L’accoglienza e il cessate il fuoco sono i temi che canteremo lungo tutto il nostro viaggio in treno, nelle stazioni ferroviarie italiane fino alla Grotta di Lourdes”.

Il treno viaggerà lungo l’Italia con i colori della pace. Sarà proprio da quei vagoni definiti ‘barellati’, oggi gli unici mezzi di trasporto in grado di poter accompagnare verso il santuario francese persone affette da malattie gravi e costrette a letto, che lanceremo l’ennesimo grido di cessate il fuoco. I malati e i volontari dell’Unitalsi sventoleranno lungo tutto il Paese la bandiera della pace per un viaggio fatto di canti, abbracci, preghiere e lacrime. 

Giunti a Lourdes, i soci vivranno il programma del pellegrinaggio che prevede la partecipazione alla Messa Internazionale e alla processione aux flambeaux e dove ci sarà spazio per l’adorazione eucaristica, la Via Crucis e le visite ai luoghi legati alla vita di santa Bernadette Soubirous. Inoltre, tra le novità introdotte quest’anno tutte le sere alle 18:30 alla Grotta di Lourdes, ci sarà la preghiera internazionale per la pace alla presenza di Padre Romaniuk, parroco della parrocchia greco-cattolica ucraina di Lourdes. Sarà questa l’occasione in cui l’Unitalsi ai piedi della Grotta, accenderà il cero della pace lanciando il suo messaggio e testimoniando il proprio sostegno e vicinanza al popolo ucraino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malati gravi e disabili in viaggio verso Lourdes per un messaggio di pace: flash mob in stazione a Bari

BariToday è in caricamento