Cronaca

Pesca di frodo, i carabinieri sequestrano 13 kg di molluschi

Due uomini sono stati sorpresi ieri mattina dai carabinieri mentre pescavano molluschi nelle acque antistanti il litorale di Bari. Il pescato è stato sequestrato insieme all'attrezzattura utilizzata dai due sub, che sono stati denunciati all'autorità giudiziaria

Sono stati sorpresi dai carabinieri mentre pescavano molluschi nel tratto di mare antistante il litorale di Bari  e di Molfetta e per questa ragione sono stati denunciati all'autorità giudiziaria. E' successo ieri mattina a due pescatori: un 35enne originario di Modugno, e un 46enne di Molfetta. Oltre alla denuncia, i due uomini dovranno pagare una multa di 4.000 euro ciascuno. I carabinieri hanno inoltre sequestrato anche l'attrezzatura utilizzata per la pesca subacquea (due erogatori e due bibombole).

La pesca di frodo è un fenomeno che inevitabilmente accompagna l'arrivo della stagione estiva, quando aumenta il consumo di molluschi e di pescato in generale, ma che rappresenta anche un grosso rischio per i consumatori. Oltre a danneggiare il fondale marino e ad alterare l'equilibrio della fauna marina, la pesca non autorizzata di molluschi può comportare gravi rischi per la salute dei consumatori, soprattutto nel momento in cui i prodotti del mare vengono recuperati in specchi d’acqua inquinati e immessi sul mercato senza i prescritti controlli sanitari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca di frodo, i carabinieri sequestrano 13 kg di molluschi

BariToday è in caricamento