rotate-mobile
Cronaca

Sulla spiaggetta di San Cataldo arriva il 'pesce mangiaplastica': "Spunto per riflettere sull'inquinamento marino"

L'iniziativa promossa dall'associazione dei residenti: non solo un contenitore per la raccolta differenziata, ma anche un modo per affrontare un tema di grande attualità come quello dei danni creati dalla plastica in mare

Un 'pesce mangiaplastica' per la spiaggetta di San Cataldo. Come già avvenuto in altri punti del litorale cittadino, a cominciare da Pane e Pomodoro, anche sulla spiaggia del quartiere Marconi è arrivata la particolare struttura per la raccolta differenziata dei materiali plastici. L'installazione, voluta dall’associazione Residenti di San Cataldo  con il sostegno di Coop Alleanza 3.0 e la collaborazione dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Bari e RetakeBari, è stata realizzata da Legambiente Galatina e posizionata questa mattina.  Durante la mattinata sono stati installati anche tre portacicche da palo.

Un'iniziativa, quella del 'pesce mangiapòastica', che - spiegano gli stessi residenti - ha una duplice valenza: "Oltre a quella funzionale, infatti, ne ha una educativa: attraverso l’immagine del pesce pieno di plastica, intende offrire spunti di riflessione sul tema dell’inquinamento marino causato dai materiali plastici e sul loro ingresso nella catena alimentare".

L’installazione è stata sostenuta da Coop Alleanza 3.0 grazie al progetto “Aiutiamo il Blu con Spongebob”, che attraverso la vendita di pupazzetti della celebre spugna animata ha raccolto fondi destinati ad iniziative di tutela dei mari e delle acque. All’appuntamento di sensibilizzazione hanno partecipato l’assessore comunale all’Ambiente Pietro Petruzzelli, il presidente di AMIU Puglia Sabino Persichella il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, il presidente del Consiglio di Zona dei soci Coop Lorenzo Marzulli e i rappresentanti delle associazioni Residenti di San Cataldo, Retake e Legambiente Puglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla spiaggetta di San Cataldo arriva il 'pesce mangiaplastica': "Spunto per riflettere sull'inquinamento marino"

BariToday è in caricamento