Picchiato davanti ai passanti, sbatte la testa e muore dopo due giorni di coma: il pestaggio sotto gli occhi delle telecamere

La Squadra Mobile di Bari ha arrestato Carlo Tisti, 26enne già noto alle Forze dell'Ordine, incastrato dalle telecamere di videosorveglianza della zona, nel quartiere San Paolo

Prima l'arrivo in macchina, poi l'inseguimento e il calcio alle gambe. E' il 22 agosto scorso: Onofrio Coppolecchia, pregiudicato del quartiere San Paolo di Bari, sbatte rovinosamente e con violenza la testa sull'asfalto. Soccorso poco dopo e trasportato nel vicino ospedale, morirà dopo 2 giorni di coma. Secondo gli inquirenti, la vittima, prima di perdere conoscenza dopo essere giunta in ospedale, non avrebbe rivelato ai medici di essere stata vittima di un pestaggio.

La Squadra Mobile di Bari ha arrestato Carlo Tisti, 26enne già noto alle Forze dell'Ordine, incastrato dalle telecamere di videosorveglianza della zona, le quali hanno rirpeso tutta la scena, avvenuta sotto gli occhi atterriti di alcuni passanti. Tisti, al termine di un'indagine durata poche settimane, è stato quindi bloccato e condotto in carcere

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Picchiato davanti ai passanti, sbatte la testa e muore dopo due giorni di coma: il pestaggio sotto gli occhi delle telecamere

BariToday è in caricamento