Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

"Una medaglia per Giuseppe, eroe della Costa Concordia", migliaia di firme per la petizione online

Superate in pochi giorni le 80mila adesioni per chiedere un riconoscimento alla memoria del musicista di Alberobello morto nel naufragio dell'Isola del Giglio per aver ceduto ad un bambino il suo posto sulla scialuppa di salvataggio

Una pioggia di firme, arrivate in pochissimi giorni, per chiedere la medaglia d'oro al valor civile a Giuseppe Girolamo,  il musicista trentenne di Alberobello morto nel naufragio della Costa Concordia.

La petizione online, lanciata sul sito change.org, ha già superato quota 85mila adesioni, e il numero delle firme continua a salire rapidamente.

Quella sera del 13 gennaio 2012, Giuseppe, batterista, stava suonando con la sua band per intrattenere i passeggeri che stavano cenando. Quando fu dato l'ordine di abbandonare la nave, Giuseppe cedette il suo posto sulla scialuppa di salvataggio ad un bambino. Il suo corpo fu recuperato nelle acque dell'Isola del Giglio soltanto mesi dopo.

"Mi chiamo Antonio, ho insegnato per tanti anni ai giovani, sforzandomi di far capire quali sono i valori positivi. - scrive sul sito change.org il promotore della petizione - Non ce la faccio a vedere Schettino distribuire autografi e tenere lezioni nelle università mentre dello sfortunato ma eroico Giuseppe Girolamo nessuno parla. Nonostante abbia offerto il massimo esempio di solidarietà, cioè dare la propria vita per salvare un bimbo, Giuseppe è un eroe silente e senza voce. Quali valori trasmette la nostra società? Bisogna tornare ad offrire ai giovani esempi di valori positivi quali la solidarietà, l’altruismo, la fraternità tra esseri umani. Bisogna assegnare la medaglia d'oro al valor civile al musicista della nave Concordia, Giuseppe Girolamo, morto a trent’anni per cedere il suo posto sulla scialuppa ad un bambino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una medaglia per Giuseppe, eroe della Costa Concordia", migliaia di firme per la petizione online

BariToday è in caricamento