Cronaca

Oli lubrificanti contraffatti dalla Bulgaria, sequestro allo scalo ferroviario Bari Ferruccio

L'operazione di Polizia ferroviaria e Agenzia delle Dogane nel fine settimana. Multe dai 45 ai 230mila euro per i responsabili del trasporto

Una cisterna contenente un ingente quantitativo di oli lubrificanti, pari a circa 25mila chili, è stata sequestrata nel fine settimana presso lo Scalo ferroviario Intermodale di Bari Ferruccio. L'operazione è stata eseguita da personale della Polizia Ferroviaria di Bari e del Vigilanza Antifrode delle Dogane, nell'ambito di controlli per contrastare traffici illeciti dei prodotti petroliferi ad alta incidenza fiscale, trasportati su ferrovia e provenienti dall’Est Europa.

Il carico, proveniente dalla Bulgaria, era destinato fittiziamente a Malta, ma l’attività d’indagine ha consentito di accertare che l’ingente quantitativo doveva fermarsi in Puglia per la consegna a due persone della provincia di Bari sconosciute al Fisco.  In seguito alle analisi effettuate presso il laboratorio chimico delle Dogane di Bari, il liquido è risultato essere costituito da una miscela  non autorizzata, composta da prodotto petrolifero e olio vegetale.

Nelle attività di accertamento e sequestro sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Bari, Nucleo speciale NBCR, poiché il prodotto petrolifero era da considerarsi pericoloso e infiammabile. A carico dei responsabili del trasporto, sono state elevate sanzioni da 45.000 a € 230.000 circa. Sono in corso indagini per identificare la presenza di altri soggetti responsabili coinvolti su scala internazionale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oli lubrificanti contraffatti dalla Bulgaria, sequestro allo scalo ferroviario Bari Ferruccio

BariToday è in caricamento