Cronaca

Petruzzelli: scontro Emiliano-Godelli, la protesta mette a rischio il Bif&st

L'assessore regionale alla Cultura Godelli, in passato parte del Cda della Fondazione, torna ad attaccare sulla scarsa trasparenza nella gestione delle risorse. Intanto l'occupazione ad oltranza del teatro da parte delle maestranze mette in forse lo svolgimento del festival del cinema organizzato dalla Regione

La polemica politica continua, la protesta dei lavoratori precari non si ferma, e l'appuntamento con il Bif&st, il festival del cinema organizzato e finanziato dalla Regione, in programma dal 24 marzo, rischia di saltare. E' questa situazione che si prospetta alla luce delle ultime novità relative alla vicenda del commissariamento del teatro Petruzzelli.

Il finanziamento ministeriale di 5,5 milioni di euro ottenuto pochi giorni fa dal commissario Fuortes non è servito a calmare le acque. Al contrario, la situazione appare più tesa che mai, con i lavoratori precari determinati a portare avanti la loro lotta, i sindacati decisi a denunciare Fuortes per condotta antisindacale (relativamente alla questione stabilizzazioni) e lo scontro sulla passata gestione del teatro che si fa ogni giorno più duro.

LA GUERRA SUI CONTI - Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"
A rinfocolare la polemica, di fatto mai sopita, sulla scarsa trasparenza nella gestione delle risorse della Fondazione, è stata un'intervista rilasciata nei giorni scorsi al Corriere del Mezzogiorno da Nuccio Altieri, vicepresidente della Provincia e del cda del Petruzzelli. Altieri aveva fatto riferimento a spese elevate sostenute per alcune iniziative, come un concerto al Petruzzelli del maestro Lorin Mazeel, al quale sarebbe stato staccato un assegno da 120mila euro

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/petruzzelli-polemiche-trasparenza-gestione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
. Cifre smentite dal presidente della Fondazione Emiliano, che aveva invece ritenuto di non rendere noti i compensi versati a Mazeel per una questione di delicatezza, "Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"
vista la generosità dimostrata dal maestro nei confronti della Fondazione".

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/petruzzelli-polemiche-trasparenza-gestione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
Ma la scelta di Emiliano è stata duramente contestata dall'assessore regionale alla cultura Godelli, in passato componente del cda. Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"
"Torno a riflettere ad alta voce - ha scritto la Godelli in una nota - sul fatto che la conoscenza analitica dei costi della Fondazione Petruzzelli sia stata sistematicamente interdetta anche ai componenti del Consiglio di Amministrazione, nonostante il fatto che, come si potrebbe evincere dall'ascolto delle registrazioni integrali delle riunioni, i dati analitici di assunzioni e costi delle produzioni artistiche siano stati sempre fermamente chiesti e richiesti dai consiglieri di amministrazione e sempre burrascosamente resi inaccessibili".

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/petruzzelli-polemiche-trasparenza-gestione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
Ancora una denuncia di scarsa trasparenza, dunque, e un riferimento a inopportune "Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"
amplissime deleghe alla spesa e alle assunzioni concesse al Sovrintendente in un'epoca in cui il Teatro nemmeno funzionava

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/petruzzelli-polemiche-trasparenza-gestione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
". Altrettanto secca la replica di Emiliano: "Gli ex consiglieri di amministrazione ammettono di non conoscere i propri diritti e doveri nell’ambito dello svolgimento dell’incarico ricevuto all’interno del CdA della Fondazione; in qualsiasi momento avrebbero potuto accedere ai dati e ai documenti dell’ente, perché conoscere i fatti aziendali era un loro dovere prima ancora che un loro diritto".

LA PROTESTA DEI PRECARI E IL BIF&ST A RISCHIO - Intanto anche sul fronte sindacale i contrasti si inaspriscono. Nonostante l'incontro con il commissario Fuortes previsto per il 14 marzo, i sindacati hanno confermato comunque la loro volontà di denunciare il manager per condotta antisindacale relativamente alla questione delle stabilizzazioni e alla mancanza di criteri condivisi per le assunzioni effettuate finora dal commissario (nelle scorse settimane Fuortes ha rinnovato il contratto a circa 50 dipendenti del teatro, addetti alla sorveglianza e alla pulizia). Le maestranze della Fondazione hanno confermato di voler portare avanti ad oltranza l'occupazione del teatro, fino a quando non si arriverà ad una soluzione condivisa sulla loro situazione. Un intento che potrebbe trasformarsi in un concreto ostacolo allo svolgimento del Bif&st, il festival del cinema organizzato e finanziato dalla Regione Puglia, in programma dal 24 al 31 marzo proprio nel teatro Petruzzelli.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petruzzelli: scontro Emiliano-Godelli, la protesta mette a rischio il Bif&st

BariToday è in caricamento