Cronaca

Controlli e sanzioni più pesanti, dal Comune guerra ai prodotti contraffatti

Il protocollo - della durata di un anno - prevede la collaborazione con Polizia municipale, Agenzia delle Dogane di Monopoli e la Direzione interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata

Abbigliamento e accessori contraffatti

Contrastare la vendita di prodotti contraffatti o pericolosi, attraverso un piano di controlli su tutto il territorio e di pesanti sanzioni. Sono questi i punti chiave del protocollo firmato ieri - 28 febbraio - tra Comune di Bari, Polizia municipale, Agenzia delle Dogane di Monopoli e Direzione interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata. Uno strumento per contrastare la vendita della merce "taroccata", che ormai tocca diversi settori merceologici, dagli abiti ai cosmetici, passando per gli accessori e le scarpe, anche se di recente sono stati sequestrati anche giocattoli contraffatti. Prodotti ache possono mettere anche mettere a rischio la salute degli acquirenti.

L'attività di controllo mira quindi a fermare un fenomeno che danneggia anche l'economia: la vendita di oggetti falsi ha anche risvolti negativi sulla legittima concorrenza tra le imprese e serve a nascondere un'ingente evasione fiscale. Il protocollo avrà la durata di un anno e potrà essere rinnovato in accordo con gli altri firmatari.  

“Incentivare e sostenere le imprese locali - ha spiegato l'assessore Palone - per noi significa anche impedire la vendita di merce falsa e alterata che, oltre a rappresentare un danno per gli operatori economici che ogni giorno rispettano le regole e pagano regolarmente le tasse, sono un vero e proprio pericolo per i consumatori. Questo protocollo è una prima risposta alla richiesta di maggiori tutele degli operatori locali che lavorano soprattutto nei mercati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli e sanzioni più pesanti, dal Comune guerra ai prodotti contraffatti

BariToday è in caricamento