menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano riordino ospedaliero, il centrodestra in Regione: "Emiliano torni indietro"

Conferenza stampa del gruppo Conservatori e Riformisti a via Capruzzi. Zullo: "Manca una seria valutazione demografica e dei requisiti. tenere ins eria considerazione la rete oncologica

"Il presidente Emiliano deve tornare indietro sui suoi passi, riscrivere il Piano di riordino tenendo in seria considerazione la rete oncologica, cercare di riequilibrare l’assistenza ospedaliera su tutto il territorio, ma soprattutto deve mettere a disposizione di tutti i consiglieri il vero Piano di riordino visto che quello che è stato sottoposto all’esame della Commissione secondo il Ministro della sanità è da ritenere bocciato”: il gruppo Conservatori e Riformisti alla Regione chiede al governatore pugliese di apporre modifiche ai tagli e alle riorganizzazioni previste nell'ambito delle nuove linee guida per ristrutturare la zanità in Puglia: “Il Piano - ha affermato il capogruppo CoR in consiglio regionale, Ignazio Zullo - è disequilibrato, presenta una serie di discrasie e disomogeneità in sede di applicazione dei principi fissati dal decreto ministeriale 70/2015, manca di effettive analisi demografiche della popolazione pugliese e valutazioni dei dati epidemiologici dei bisogni in termini di salute. Manca anche di una valutazione preliminare dei requisiti strutturali e tecnologici delle varie strutture ospedaliere e manca soprattutto una minima valutazione di sostenibilità del Piano che possa permettere di capire se sono stati rispettati i parametri del rapporto costi-ricavi e di indebitamento sostenibile previsti dalla legge di stabilità che non può essere superiore al 10%, per evitare i Piani di rientro per ogni singolo ospedale".

"Nel Piano non vi è alcun riferimento alle reti dell’emergenza-urgenza e in relazione alla continuità ospedale-territorio che è indispensabile ai fini del raggiungimento dell’efficienza ospedaliera. A tutto ciò -- ha rilevato ancora Zullo - si deve aggiungere la disomogeneità nella distribuzione del numero dei posti letto per mille abitanti e dei posti letto per disciplina fra i diversi territori della regione. Il nostro obiettivo è quello di ricostruire un Piano efficace ed efficiente che alleggerisca la Puglia dalla tassazione”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento