menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sì al Piano Triennale Opere Pubbliche: 1,2 miliardi di euro per ridisegnare la città

La Giunta comunale ha approvato lo schema 2017-2019: previsti 445 progetti che cambieranno volto alla città, dalla viabilità al nuovo fronte mare, dalla manutenzione stradale a parchi, scuole e fogne

La Giunta comunale barese ha approvato il Piano Triennale per le Opere Pubbliche 2017-2019: previsti 445 interventi per 1,233 miliardi di euro che riguardano manutenzione stradale, viabilità, traffico, videosorveglianza, edilizia pubblica e sportiva, scuole, mercati, parchi e riordino del sistema fognario. In particolare, Palazzo di Città ha previsto, per il prossimo anno, una spesa di 158 milioni di euro, per il 208 di 469 milioni e per il 2019 di 2026 milioni: “In questo nuovo piano triennale - ha spiegato l'assessore cittadino ai lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - abbiamo inserito le opere previste nel Piano Periferie, nel PON Metro, nel Patto per Bari, nonché le opere che abbiamo deciso di candidare agli imminenti bandi di finanziamento della Programmazione Comunitaria 2014-2020 (POR Puglia, PON Legalità, ecc.)". 

Il Piano triennale è stato suddiviso per aree tematiche: tra gli interventi più importanti previsti per il 2017 troviamo la realizzazione di alloggi Erp per disabili, il parco ex Rossani e gli adeguamenti degli immobili comunali con destinazione non scolastica. Per Il settore verde, nel prossimo anno, vi saranno il completamento del giardino di via Tridente e la realizzazione di due parchi a Catino e Torre a Mare, oltre la riqualificazione di largo Giordano Bruno e la realizzazione dell'accesso al fossato del Castello Svevo. Sul fronte scuole, invece, vi sarà la costruzione di un istituto al Villaggio del Lavoratore, la realizzazione di 10 classi delle Elementari 'Duse' in via COta e la ristrutturazione della 'Regina Margherita'. Tra i progetti previsti negli anbniu successivi, invece, la riqualificazione del fronte costierp, da San Cataldo a Torre a Mare, compresi i moli Sant'Antonio e San Nicola, oltre all'implementazione della rete fognaria a Carbonara, Picone, Città Vecchia e la costruzione della Condotta Matteotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento