In piazza Diaz inaugurate le giostre per bimbi disabili

Donate al Municipio I dal Rotary Club, completano l'area giochi già esistente e si sommano a quelle già installate a Pane e Pomodoro

Un'area ludica senza barriere, in piazza Diaz, nel giardino intitolato a Ciccio Muciaccia. Questa mattina sono state inaugurate le giostrine accessibili ai bambini diversamente abili, donate al Municipio I dal Rotary Club Bari Sud, presieduto da Gianluigi Di Giulio. Le giostrine di piazza Diaz si aggiungono a quelle già installate a Pane e Pomodoro e a quelle in via di realizzazione a Torre a Mare.

All’inaugurazione, insieme ai rappresentanti del Club, sono intervenuti, tra gli altri, la presidente del Municipio I Micaela Paparella e il consigliere incaricato del sindaco alle Politiche di tutela del diritto dell’accessibilità urbana Marco Livrea.

“Accettiamo con gioia e grande riconoscenza l’iniziativa e la donazione del Rotary Club Bari Sud, che dimostra ancora una volta una straordinaria sensibilità nei confronti del nostro territorio, della città di Bari e del suo futuro, prendendosi cura del bene più prezioso che abbiamo: i bambini - ha dichiarato Micaela Paparella -. Oggi la consegna di queste giostrine è ancora più importante perché servirà a donare occasioni di gioco e svago anche a quei bambini che hanno difficoltà motorie o diverse abilità. Perché per un’amministrazione pubblica i bambini sono tutti uguali e devono poter giocare tutti insieme, e sono felice che il giardino intitolato a Ciccio Muciaccia sia diventato uno spazio finalmente accessibile a tutti i bambini e le bambine della città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono grato al Rotary Club Bari Sud e al suo presidente Di Giulio - ha commentato Marco Livrea - che con questa donazione consentiranno ai bambini meno fortunati di poter giocare insieme ai loro coetanei, e ai familiari dei bambini con disabilità motorie di avere un luogo dove portarli a trascorrere del tempo in tranquillità e magari confrontarsi con altre famiglie che vivono le stesse difficoltà. Uno spazio come questo ha anche una valenza educativa, perché promuove una cultura del sociale come spazio di condivisione e di inclusione che arricchisce tutti. Ringrazio Micaela Paparella e gli uffici del Municipio che hanno velocizzato la procedura per arrivare a questo risultato, che può sembrare una piccola azione ma ha invece una grande valore per la città. Ringrazio anche Marco Pellegrini dell’omonimo studio di progettazione per aver predisposto gratuitamente il progetto. Con il gruppo di lavoro del PEBA - Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche siamo impegnati nella definizione puntuale di tutti gli interventi che ci consentiranno di affrontare i problemi di accessibilità della città di Bari”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento