Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Madonnella / Piazza Francesco Carabellese

Piazza Madonnella, Lacarra avverte: “Entro venerdì i detriti devono scomparire”

L'assessore ai Lavori pubblici: "Anche il passaggio pedonale tra via Valona e corso Sonnino deve essere costruito prima possibile". Intanto il cantiere è fermo per il nodo del Patto di Stabilità

“Entro venerdì prossimo devono rimuovere il materiale di risulta posto al centro della piazza, altrimenti agiremo legalmente contro l’impresa”. L’assessore Marco Lacarra è irremovibile. Lo stop ai lavori di piazza Carabellese sta facendo preoccupare non poco residenti e commercianti del quartiere. Il cantiere è fermo da circa un mese, con una massa di detriti accatastati al centro della piazza. Alcuni ragazzini sono stati visti scavalcare le recinzioni per andare a raccogliere alcune pietre. Giorni fa Lacarra ha incontrato alcuni residenti della zona per accertarsi di quello che sta avvenendo. Di fatto il cantiere è bloccato perché l’impresa non ha ricevuto due tranche di pagamento. Il nodo è legato al solito Patto di Stabilità. “Pur avendo soldi in cassa non possiamo spenderli, questo è un problema che abbiamo anche per altri cantieri che cercheremo di sbloccare quanto prima”, afferma Lacarra.

A far aumentare la tensione tra Comune e impresa aggiudicataria dei lavori non c’è solo la questione del materiale abbandonato al centro della piazza, ma anche la costruzione di un passaggio pedonale che permetta di attraversare la piazza (per una metà già completa, ndr) da via Valona a corso Sonnino. L’opera doveva essere realizzata già da parecchi giorni.  “Noi abbiamo intimato all’azienda di operare con celerità – continua Lacarra -  entro massimo venerdì vogliamo che siano rimossi i detriti e che s’inizi con la costruzione del passaggio pedonale”. “Se così non fosse – prosegue – agiremo in danno e l’impresa ne dovrà rispondere legalmente”.

Intanto salgono i dubbi che la piazza possa essere pronta per l’apertura dell’anno scolastico. Da cronoprogramma la piazza avrebbe dovuto essere inaugurata tra gennaio e febbraio di quest'anno. I tempi si sono allungati e l’impressione è che difficilmente tutto possa concludersi nel giro di un mese e mezzo. “Ce la metteremo tutta – conclude Lacarra - perché non vogliamo che, in primis gli alunni del Balilla, possano essere penalizzati dai disagi dei lavori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Madonnella, Lacarra avverte: “Entro venerdì i detriti devono scomparire”

BariToday è in caricamento