Piazza Madonnella libera ma non finita: lastroni sporchi e arredo da completare

Giallo sulla fontana a beverino, promessa nell'assemblea di quartiere e mai pervenuta. Paparella: "Abbiamo chiesto una illuminazione adeguata sia per la Madonna che per le palme laterali"

Piazza Madonnella ha riaperto i propri battenti la scorsa settimana. Le recinzioni sono state eliminate in tempo per l’apertura dell’anno scolastico. La promessa del neo assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso è stata mantenuta anche se la fontana che avrebbe dovuto sorgere nel cuore della piazza è ancora da sistemare. Le lastre che la compongono arrivano dalla Sicilia e prima dell’inizio di ottobre è impossibile immaginare il completamento dell’opera. La piazza è libera. I bambini che frequentano la scuola elementare ‘Balilla’ possano uscire sia su via Positano che su largo Carabellese senza incontrare ostacoli. Ma a cantiere chiuso si nota come il lavoro vada ancora perfezionato. I lastroni che circondano l’effige della Madonna sono stati puliti “con trattamento ad acqua”, riferiscono i tecnici, ma le scritte spray vecchie non se sono andate e l’impatto visivo non è certo quello che ci si immagina dopo un processo di riqualificazione. La cornice attorno alla celebre Madonna è sporca, “ma non si è potuto fare diversamente”. “I tecnici della Soprintendenza - spiega l’ingegnere Antonio Toritto del Comune di Bari – ci ha vietato di intervenire in modo diverso e noi ci siamo attenuti alle prescrizioni forniteci”. Giallo sulla fontana a beverino. Nel corso della presentazione del progetto ai residenti del quartiere (avvenuta presso la scuola elementare Balilla alla presenza del compianto Nichi Muciaccia e del progettista Arturo Cucciola), si parlò dell’installazione sia di una fontana centrale (in attesa di completamento) che di un piccolo beverino destinato al consumo potabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG-20140917-WA0002-2Di quest’ultimo, però, nessuna traccia. In realtà pare che nel progetto non sia stato mai previsto e il beverino altro non era che una semplice promessa non mantenuta. Sempre nel progetto iniziale erano previsti dei gradoni alle spalle del Madonna, ma sono stati eliminati per una questione di spazi. Soddisfatti tuttavia i commercianti della zona: “Per noi l’importante è che sia stata riaperta – commenta il titolare di una rivendita -. Sono stati due anni difficili perché qui non si fermava più nessuno e gli incassi sono diminuiti”. Intanto il presidente del I Municipio, Micaela Paparella, annuncia che ha richiesto “una illuminazione adeguata sia per la Madonna che per le palme laterali”. “Mi auguro possa arrivare anche tutto l’arredo urbano comprensivo di panchine, cestini raccogli carte e quanto serve per rendere funzionale la piazza”. Dal Comune fanno sapere che ci vorranno almeno 30 giorni. Saranno sufficienti?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento