rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Bari Vecchia / Piazza Giuseppe Massari, 23

Pronta Piazza Massari, ma che ritardo!

I lavori si sarebbero dovuti svolgere in sei mesi, ma ne sono serviti cinquanta

I lavori sono costati 371mila euro, di cui 320 mila erogati dall’allora circoscrizione San Nicola-Murat, presieduta da Mario Ferorelli. Si sarebbero dovuti svolgere in sei mesi, ma da febbraio del 2013 ad oggi ne sono trascorsi 50. Millecinquecento giorni costellati da polemiche, liti e revisioni in corso d’opera.

Senza dimenticare l’attenzione pubblica nazionale conquistata grazie alla trasmissione ‘Striscia la Notizia’ (oltre all'articolo pubblicato su ‘Il Giornale’), dove si parlò del modo strampalato con cui furono sistemati gli alvaretti e cioè in modo asimmetrico rispetto ai tronchi degli alberi distribuiti su tutta la piazza. Un errore tecnico che  ha dovuto comportare un riallineamento della pavimentazione. Buona parte dello stop è stato determinato dai problemi inerenti il Patto di Stabilità, con il Comune che si è trovato nell’impossibilità di poter pagare i sal (stati avanzamento lavori) all’azienda aggiudicataria della riqualificazione.

 Il neo assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, ha però inteso portare avanti il progetto estendendo l’area pedonale fino a comprendere l’isola dove sorge la statua di Niccolò Piccinni. Oggi i lavori sono stati completati e la piazza è tornata nella sua piena fruibilità. Rimangono le solite perplessità sulla durata dei lavori. Un limite che ha coinvolto anche piazza Madonnella, dove i lavori si sarebbero dovuti svolgere da luglio 2013 a febbraio 2014, ma di fatto sono durati  fino ad un paio di mesi fa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronta Piazza Massari, ma che ritardo!

BariToday è in caricamento