Piazza Redentore pedonale, il cantiere va avanti: "Lavori completati entro l'inizio del nuovo anno"

In mattinata il sopralluogo del sindaco. Non sono mancate le lamentele dei residenti per i possibili disagi legati alla chiusura al traffico, ma Decaro rilancia: "Facciamo vivere questo spazio, trasformiamo le paure in proposte"

Il cantiere di piazza Redentore va avanti. Ripartiti a inizio settembre dopo uno stop di alcune settimane, i lavori sembrano procedere senza intoppi. L'obiettivo resta quello di riaprire la piazza entro l'inizio dell'anno, come confermato dal sindaco che questa mattina ha effettuato un nuovo sopralluogo nella zona.

"Hanno completato la pavimentazione davanti la scuola e proseguono con gli interventi sul resto della piazza, che si concluderanno entro l'inizio del prossimo anno", ha detto il primo cittadino.

"Sono stati recuperati i posti auto in via Martiri d'Otranto e questa è sicuramente una buona notizia", ha aggiunto ancora Decaro, toccando un argomento, quello dei parcheggi, che preoccupa non poco i residenti, i quali temono che la pedonalizzazione dell'area possa complicare ulteriormente la ricerca di un posto auto nella zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lamentele che sono state riportate anche al sindaco. "Qualche residente - ammette Decaro - si è lamentato dei disagi del cantiere, e molti temono che anche la nuova piazza possa portare disagi". Ma il primo cittadino a sua volta rilancia: "Cambiare - commenta - porta sempre con sé qualche diffidenza e timore ma per crescere e per far sì che le cose migliorino bisogna fare qualcosa. Lo so che i problemi del quartiere sono tanti e che una piazza nuova non potrà certamente risolverli tutti ma io dico che da qui possiamo partire, insieme. Assumersi la responsabilità di una decisione per un sindaco non è mai facile, io l'ho fatto, ora assumiamoci insieme la responsabilità di farlo vivere questo spazio e di trasformare le paure in proposte".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento