Presidio fisso dell'Esercito in piazzetta Redentore, la proposta del M5S: "Più sicurezza al Libertà"

Il consigliere del Municipio I Italo Carelli: "Presenza come già avviene da tempo in altre parti della città come per esempio in piazza Umberto, in piazza Moro o in piazza Odegitria"

Un "presidio fisso di militari dell'Esercito" nella zona della chiesa del Redentore, "come già avviene da tempo in altre parti della città come per esempio a Piazza Umberto, a Piazza Moro o a Piazza Odegitria in prossimità della Cattedrale": a proporlo è il consigliere al Municipio I del M5S, Italo Carelli, che chiede maggiore sicurezza nel quartiere Libertà. Carelli cita gli ultimi episodi criminosi avvenuti nel rione nelle ultime settimane: "Non basta organizzare un sit-in - spiega Carelli -,  in piena campagna elettorale, per l'aggressione alla giornalista della Rai, e nulla invece per gli episodi criminosi di tipo predatorio, rapine e furti, a danno di attività commerciali e singoli cittadini  che pregiudicano la tranquillità e la sicurezza nella loro quotidianità". Per l'esponente pentastellato, "il Libertà non è solo quello descritto nei casi di cronaca nera degli ultimi tempi, gli abitanti di questo quartiere, per la maggior parte, sono persone per bene. Sono semplicemente dei cittadini stanchi e arrabbiati perché dal Febbraio 2017, mese e anno in cui il Sindaco aveva promesso più sicurezza, nulla è stato fatto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento