Pugni all'agente intervenuto per sedare una lite, poi cerca di sottrargli la pistola: arrestato

L'episodio in piazza Umberto, dove gli agenti della polizia locale hanno arrestato un cittadino algerino: dopo essersi scagliato contro un altro straniero, ha colpito uno dei vigili intervenuti per fermarlo

Prima ha minacciato e aggredito un uomo, poi si è scagliato contro uno degli agenti di polizia locale intervenuti per bloccarlo, prendendolo a pugni e cercando di sottrargli la pistola. E' accaduto mercoledì pomeriggio in piazza Umberto, dove i vigili hanno bloccato un cittadino algerino, con le accuse di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Intorno alle 16,30 una pattuglia della Polizia Locale è intervenuta su richiesta dei militari presenti in postazione fissa nella piazza, i quali segnalavano che all’interno dei giardini si aggirava un soggetto armato di coltello con il quale minacciava altro cittadino straniero. Gli agenti, giunti immediatamente sul luogo indicato, hanno verificato la presenza di un uomo, un cittadino algerino di 40 anni, che impugnando un coltello con la mano sinistra, lo brandiva in direzione di altro straniero, minacciandolo. Il soggetto, alla vista degli agenti, si è disfatto immediatamente dell’arma, gettandola di un cassonetto AMIU, scagliandosi contro lo straniero prima minacciato e finendo con quest’ultimo in terra. Prontamente gli agenti si sono prodigati nel tentativo di dividere i due soggetti, subendo una violenta reazione da parte dell’uomo che, andando in escandescenza, nel tentativo di sottrarre l’arma di ordinanza ad uno degli agenti, lo ha colpito più volte, riuscendo unitamente agli altri militari ad immobilizzare il soggetto, mentre l’altro straniero, approfittando della concitazione del momento, si è dileguato facendo perdere le proprie tracce.

I successivi accertamenti svolti hanno permesso di appurare che a carico del fermato risultavano precedenti penali, nonché Mandato di cattura per l’esecuzione di carcerazione di pena ( 4 mesi ) emessa in data 30.05.2013 dalla Divisione Anticrimine di Napoli e Decreti di espulsione da eseguire. Dell’arresto è stato informato il pm di turno che ha disposto la reclusione in carcere in attesa del giudizio con rito per direttissima fissato per il giorno 27 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento