menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Umberto, Picone, Carbonara: controlli antidroga dei carabinieri, cinque pusher in manette

Sequestrati diversi quantitativi di hashish, cocaina e marijuana, in alcuni casi nascosti nelle auto e nelle abitazioni degli arrestati

In piazza Umberto, un 39enne del Senegal senza fissa dimora e un 18enne del Gambia domiciliato al Cara sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Radiomobile. I militari hanno notato che il più giovane dei due, avvicinato da un 'cliente' rimasto ignoto, si rivolgeva al 39enne che gli passava quindi un involucro contenente - come si è scoperto da un successivo controllo - due grammi di marijuana. La successiva perquisizione nei confronti dei due stranieri che ha consentito di rinvenire ulteriori 53 grammi della stessa sostanza e 11 grammi di hashish, insieme alla somma di 40 euro ritenuta il provento dell’illecita attività di spaccio.

La sera precedente, a Carbonara, in via Ospedale di Venere, un’altra pattuglia del Nucleo Radiomobile ha arrestato un 22enne del luogo, sorpreso mentre, dietro corrispettivo di 10 euro, cedeva una dose di hashish ad un 20enne, segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti. La successiva perquisizione domiciliare a carico del primo giovane ha consentito di rinvenire un panetto di hashish del peso di 94 grammi, nonché un bilancino di precisione e buste in cellophane custodite in un cassetto. Su ordine dell’A.G., il 22enne è così finito agli arresti domiciliari per essere giudicato con rito direttissimo.

Alle prime luci dell’alba, in via Orazio Flacco, un’altra pattuglia del Nucleo Radiomobile ha fermato, per un normale controllo, un’utilitaria con a bordo due giovani, un 21enne e un 22enne. Quest’ultimo sottoposto alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, con il divieto di detenere cellulari. I due non sono riusciti a nascondere ai militari la loro insofferenza e nervosismo, tanto da insospettire i carabinieri che, una volta identificati, hanno deciso di procedere ad un più accurato controllo. A seguito di una perquisizione personale e su autovettura, dalla scarpa destra di uno dei due sono saltate  fuori due dosi di cocaina del peso di circa g.1,6, mentre sotto il sedile dell'altro sono state rinvenute altre 5 dosi della stessa sostanza, oltre ad un telefono cellulare di cui non poteva disporre. La droga e il telefono sono stati sequestrati. Su disposizione della competente A.G., entrambi gli arrestati dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con rito direttissimo, mentre il 22enne anche di violazione alla misura di prevenzione dell’avviso orale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento