Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Picchia la compagna e la minaccia di morte con un coltello, lei scappa in strada e chiede aiuto: arrestato

Dopo l'ennesima lite finita con le botte, la donna, approfittando di un'assenza del convivente, aveva chiamato il 118 per farsi medicare: ma lui, rientrando e vedendo i sanitari sotto casa, aveva afferrato un coltello. A quel punto la vittima è fuggita lanciando l'allarme

Picchiata dal convivente dopo una violenta lite e minacciata di morte con un grosso coltello da cucina. La donna, però, ha chiesto aiuto facendo arrestare il compagno violento: è così finito in manette a Bari un 40enne albanese con precedenti di polizia, attualmente sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora con presentazione alla P.G., ritenuto responsabile di lesioni personali ed atti persecutori.

Ai poliziotti delle Volanti giunti sul posto, la donna ha raccontato di essere stata picchiata, e mentre lui si era momentaneamente allontanato per recarsi alla vicina caserma dei carabinieri per espletare l’obbligo di firma, aveva chiamato il 118 per essere soccorsa.  Al rientro però l’uomo, vedendo i sanitari portarsi presso la sua abitazione, una volta salito in casa, aveva inveito contro la donna minacciandola di morte e afferrando un grosso coltello da cucina: solo allora la vittima era fuggita per strada raggiungendo i sanitari, giunti nel frattempo. 

La malcapitata, quindi, è stata condotta dai sanitari presso il locale Policlinico per gli accertamenti sanitari del caso, mentre l'uomo, ancora presente all’interno dell’abitazione, veniva identificato, perquisito e condotto in Questura. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna e la minaccia di morte con un coltello, lei scappa in strada e chiede aiuto: arrestato

BariToday è in caricamento