Cronaca

Picchia la moglie per strapparle la fede nuziale da rivendere, arrestato

E' accaduto a Gravina. In manette un 32enne: dopo aver picchiato e rinchiuso la donna in casa, ha preso parte degli ori di famiglia e si è recato presso un compro oro per rivenderli

Schiaffi, pugni, calci per strappare alla moglie la fede nuziale da rivendere al Compro Oro. E' accaduto a Gravina, dove i carabinieri hanno arrestato un 32enne del luogo con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona, ingiuria e minaccia grave.

A denunciare la violenza - l'ultima di una lunga serie di maltrattamenti, cominciati dodici anni prima, subito dopo il matrimonio, e che spesso avvenivano sotto gli occhi dei loro due bambini - è stata la stessa donna, stanca di subire in silenzio i soprusi del marito.

LEGGI ANCHE: PICCHIATA PER 18 ANNI DAL MARITO, LA STORIA DI LUCIA

Dopo aver preso la fede e altri oggetti preziosi custoditi in casa, l'uomo è uscito per recarsi al compro oro a rivendere i gioielli, rinchiudendo la moglie nell'abitazione. Ma la donna ha allertato il 112, permettendo ai carabinieri di intercettare e bloccare il 32enne a bordo della sua auto. I militari hanno quindi recuperato e sequestrato i monili in oro appena venduti, insieme ad altri che si trovavano ancora nella vettura dell'uomo.

Il marito violento è stato arrestato e condotto nel carcere di Bari, mentre la donna è stata accompagnata in ospedale per medicare le numerose ferite riportate alla testa e al volto: guarirà in 12 giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie per strapparle la fede nuziale da rivendere, arrestato

BariToday è in caricamento