Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

I palinsesti venivano proposti alla cifra irrisoria di 12 euro e consentivano di vedere, illegalmente, i principali canali tv di sport, cinema e serie tv

C'era anche una centrale operativa a Bari tra quelle individuate in Italia dalla Guardia di Finanza che ha smantellato, in un'operazione svoltasi in vari Paesi europei, la piattaforma Xtream Codes, un vero e proprio 'hub' per la trasmissione di flussi audiovisivi, eventi sportivi e non solo in maniera abusiva, utilizzando illegalmente le immagini delle emittenti televisive a pagamento. Otto gli Ordini europei di indagine emessi dalla Procura di Napoli tramite Eurojust, eseguiti in numerosi Paesi europei, tra cui Germania, Francia, Olanda, Bulgaria e Grecia.

Le basi individuate in Italia erano localizzate in Puglia, Campania, Sicilia, Calabria, Veneto e Lombardia. Oscurati anche 700mila contatti utente, 80 siti internet e 183 server. I clienti pagavano 12 per vedere sport, film e gran parte dei principali canali in circolazione, nazionali e internazionali. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Il pollo fritto del Kfc arriva a Bari: lavori in corso per il nuovo ristorante della Stazione Centrale

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento